Stop all'obbligo del Pos sotto i 30 euro: ecco da quando sarà attivo

Stop all'obbligo del pos sotto i 30 euro: ecco da quando sarà attivo
3 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Novembre 2022, 16:58 - Ultimo aggiornamento: 20:40

Stop all'obbligo di Pos per le cifre inferiori a 30 euro. I commercianti non saranno più tenuti ad accettare i pagamenti con carte di credito e Bancomat. Le esenzioni sull'utilizzo del pos e sulle multe per chi dovesse rifiutare pagamenti elettronici è prevista nella Manovra approvata in Consiglio dei Ministri. Il testo è ancora una bozza e anche quando sarà definitivo dovrà essere votato dal parlamento prima di entrare in vigore. La norma del governo Meloni prevede che il ministero delle Imprese e del Made in Italy decida entro 180 giorni, dunque entro giugno, «i criteri di esclusione, al fine di garantire la proporzionalità della sanzione e di assicurare l’economicità delle transazioni in rapporto ai costi delle stesse». Nel frattempo, come detto, saranno «sospesi i procedimenti ed i termini per l'adozione delle sanzioni».

Lollobrigida: «Garantire libertà sui pagamenti»

«Ci può essere anche come possibilità quella del pagamento elettronico, ma riteniamo che questa sia una scelta soggettiva e che non debba essere vincolante, in un processo che non si capisce bene se avvantaggia i cittadini o il sistema dei pagamenti elettronici. Quindi vorremmo, e vogliamo, garantire massima libertà anche nei pagamenti ai cittadini», ha detto il ministro dell'Agricoltura, della Sovranità alimentare e delle Foreste Francesco Lollobrigida, a margine del XX Forum della Coldiretti, commentando il rinvio dell'obbligatorietà dei pagamenti elettronici nella legge di bilancio. «Dobbiamo renderci conto di quella che è la condizione attuale - ha aggiunto Lollobrigida -abbiamo sempre sostenuto che la moneta stampata in Europa sia un mezzo di pagamento idoneo».

 

La manovra modifica anche il tetto del contante: dal primo gennaio la soglia per l'uso del usare salirà da 1.000 a 5.000 euro. Lo si legge in una nota del Ministero dell'economia che riassume le varie misure contenute nella legge di bilancio approvata dal cdm. Il tetto è attualmente di 2mila euro e da gennaio sarebbe dovuto scendere a mille.

© RIPRODUZIONE RISERVATA