Genova non perderà il business cantieristico e crocieristico

Venerdì 12 Ottobre 2018
(Teleborsa) - Genova non rischia di perdere il business crocieristico e della cantieristica navale, che costituisce una linfa per l'economia del capoluogo ligure, a causa dei gravi disagi provocati dal crollo del ponte Morandi.

MSC, ha confermato infatti il suo impegno ad investire su Genova, dove attualmente impiega 900 persone per la cantieristica navale.

Lo ha ribadito ieri il patron di MSC, Gianluigi Aponte, nel corso di un incontro presso l'Autorità portuale di Genova a Palazzo San Giorgio, dove è intervenuto anche il sindaco Marco Bucci. "La nostra intenzione è di continuare a crescere", ha detto l'armatore di MSC, aggiungendo "abbiamo 9 navi in costruzione più altre 4, raddoppieremo la flotta e i passeggeri e questo vuol dire anche gli scali.

Aponte ha parlato anche del periodo seguito alla tragedia del Ponte, affermando che la rapidità ed efficacia dell'intervento delle autorità locali sulla viabilità e sul ripristino di condizioni di normalità "ha fatto sì' che noi, come altri, siamo potuti restare nel porto di Genova" e che questa "è stata la chiave vincente" per la città, altrimenti gli operatori portuali se ne sarebbero andati. © RIPRODUZIONE RISERVATA