CORONAVIRUS

Coronavirus, tonfo Borse europee: Milano chiude la seduta in calo del 3,5%

Venerdì 28 Febbraio 2020
Alla conclusione della settimana del coronavirus le Borse europee chiudono in profondo rosso. Pesante scivolone per Piazza Affari: l'indice Ftse Mib ha concluso la seduta in calo del 3,5% dopo aver sfiorato un ribasso di cinque punti percentuali, l'Ftse All share è in discesa del 3,4%. Nella sola seduta di oggi Milano ha bruciato oltre 21 miliardi, si tratta della sua nona peggiore settimana di sempre.

A Piazza Affari sono state gravi le performance soprattutto per le utility quotate sul Ftse Mib: -5,8% Snam, -5,7% Hera, -4,9% A2a. Giù del 5,1% Eni che, nel giorno del piano strategico, tocca i minimi in Borsa dal 2000. Le vendite sul mercato azionario sono state accompagnate dalla netta correzione dei prezzi del petrolio tornato ai minimi dal 2017. 

Per quanto riguarda il resto del Vecchio Continente Londra ha concluso l'ultima seduta in calo del 3,1%, Parigi del 3,3% e Francoforte in ribasso del 3,8%. 

Coronavirus: stop bollette sei mesi, anche dei rifiuti. Un decreto in arrivo
Coronavirus, 2 nuovi casi in Romania, uno in Messico: sono turisti rientrati dal Nord Italia


Il «venerdì nerissimo» sui mercati azionari europei ha causato un calo dell'indice Euro stoxx 600,
che raggruppa i principali titoli quotati sulle Borse del Vecchio continente, del 3,5%, che si traduce in 310 miliardi di capitalizzazione persi in un'unica giornata.
 
Ultimo aggiornamento: 29 Febbraio, 10:15 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani