Coldiretti: Natale, la spesa a tavola sale di 113 euro rispetto al 2020. Ma i No vax restano “esclusi”

Otto italiani su dieci preferiranno non invitare amici e parenti non vaccinati. I cenoni più costosi al Sud

Coldiretti: Natale in Italia, la spesa a tavola sale di 113 euro rispetto al 2020. Ma i no vax restano a casa
4 Minuti di Lettura
Giovedì 16 Dicembre 2021, 09:57

Sale del 38% la spesa a tavola per il Natale degli italiani rispetto al 2020. E' quanto si apprende dall'indagine Coldiretti/Ixè, che ha stabilito una crescita media di 113 euro a famiglia. Dopo l'anno condizionato da pandemia e lockdown, con limitazioni alle riunioni a casa e le chiusure dei ristoranti, gli italiani torneranno a spendere per le feste e alla convivialità pre-Covid, con l'eccezione per i no vax. Lo stesso studio stabilisce infatti che Quasi 8 italiani su 10 non inviteranno a casa o faranno visita a persone non vaccinate durante le feste di Natale.

Super green pass, numero invitati, mezzanotte in piazza: come sarà il cenone di Capodanno? Domande e risposte

Natale, cresce la spesa a tavola. Il 78% dei no vax esclusi dai cenoni

Natale in famiglia, ma senza no vax. L'inchiesta di Coldiretti/Ixé fa sapere che la spesa per pranzi e cene durante le feste crescerà di 113 euro a famiglia. E aggiunge che 8 italiani su 10 non chiameranno l'amico o parente no vax. La crisi dovuta al Covid-19 ha comunque limitato la capacità di spesa delle famiglie, tanto che un 9% di italiani destinerà al pranzo natalizio non più di 30 euro, mentre un altro 18% si fermerà tra 30 e 50 euro. Il 20% dei cittadini spenderà tra 50 e 100 euro, il 32% tra 100 e 200 euro, il 6% tra 200 e 300 euro. Ma c'è anche un 3% che andrà oltre i 300 euro mentre un 4% preferisce non rispondere.

Natale, la mappa di mercatini e feste annullati: l'Italia si prepara all'ondata Omicron. Concerti a Roma, Bari e Terni

La differenziazione geografica mette al primo posto per spesa gli italiani del Sud, con 129 euro a famiglia. Subito dietro il Nord Ovest (116 euro) e del Centro (115 euro). Sono 109 euro di media quelli spesi nelle isole, mentre all'ultimo posto ci sono i residenti del Nord Est con 92 euro a famiglia. Omogeneità sulla questione no vax a tavola. Solo il 21% degli italiani deciderà di invitare gli "allergici" al vaccino. La paura per il virus è comunque in calo e anche se un milione di italiani saranno a tavola da soli, ce ne sono sette che avranno a tavola dalle 10 alle 20 persone, ma anche 500 mila che lo farà in compagnia di oltre venti commensali.

Dieta di Natale, i trucchetti per non ingrassare di un etto (senza rinunciare alle feste)

Coldiretti: «Sostenete il consumo dei prodotti Made in Italy»

«In questi giorni di festa chiediamo agli italiani di sostenere il consumo di prodotti alimentari Made in Italy per aiutare l'economia, il lavoro ed il territorio nazionale in un momento di difficoltà». Il presidente della Coldiretti Ettore Prandini fa appello agli italiani. «Sarà importante - continua Prandini - aiutare una filiera che dà lavoro a ben 4 milioni di persone in 740mila aziende agricole, 70mila industrie alimentari e 360mila locali della ristorazione». Secondo le stime il 95% dei cittaditi acquisterà prodotti italiani per le feste: il 59% li ritiene più buoni, mentre il 36% lo rietiene una priorità per sostenere l'economia. A sostenere i prodotti stranieri per scelta saranno il 3%, mentre il 2% dovrà rinunciare alla qualità per una questione economica.

© RIPRODUZIONE RISERVATA