Borse europee negative. Piazza Affari stabile

Giovedì 7 Febbraio 2019
(Teleborsa) - Bilancio negativo per le principali borse europee, mentre la borsa di Milano riesce a schivare le vendite, sostenuta dalla buona performance dei titoli bancari, in particolare Unicredit e Banco BPM sulla scia dei risultati d'esercizio.

Sul mercato Forex, l'Euro / Dollaro USA mantiene la posizione sostanzialmente stabile su 1,134. Tra le commodities, l'Oro poco mosso viaggia a 1.305,4 dollari l'oncia. Sessione debole per il petrolio (Light Sweet Crude Oil), che scambia con un calo dello 0,24%.

In lieve rialzo lo spread, che si posiziona a +270 punti base, con un timido incremento di 4 punti base, con il rendimento del BTP a 10 anni pari al 2,86%.

Nello scenario borsistico europeo fiacca Francoforte, che mostra un piccolo decremento dello 0,47%. Si muove attorno alla parità Londra (+0,07%) mentre Parigi, cede un piccolo -0,21%. A Milano, il FTSE MIB è sostanzialmente stabile e si posiziona su 19.993 punti dopo aver rotto al rialzo, la vigilia, la soglia dei 20.000 punti.

Apprezzabile rialzo a Milano per i comparti bancario (+2,27%), chimico (+1,22%) e alimentare (+1,15%). Tra i più negativi della lista del listino azionario italiano, troviamo i comparti automotive (-2,56%), sanitario (-0,71%) e telecomunicazioni (-0,59%).

Tra le migliori azioni italiane a grande capitalizzazione, acquisti a piene mani su Banco BPM, che vanta un incremento del 5,72% all'indomani dei conti 2018 che hanno visto dimezzare i crediti deteriorati. Beneficia dei risultati e della guidance anche Unicredit, vantando un progresso del 4,67%. Sulla scia dei bancari, vola UBI Banca, con un incisivo incremento del 3,24% chiamata ai risultati. In primo piano inoltre BPER, che mostra un forte aumento del 2,04%.

Tra le peggiori performance, invece, soffre il comparto automotive in particolare Fiat Chrysler, -3,91% nel giorno del CdA sui conti. Calo deciso per Ferrari, che segna un -1,65%.

In cima alla classifica dei titoli a media capitalizzazione di Milano, Banca Ifis (+2,46%), Credem (+2,17%), SOL (+2,08%) e Credito Valtellinese (+2,03%). Le peggiori performance, invece, si registrano su Gima TT, che ottiene -1,79%. © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il ritorno della grillina Alisia dall’Olanda a Strasburgo

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma