3M Italia punta sulla sostenibilità: una flotta aziendale ibrida e stop alla plastica negli uffici

Lunedì 2 Dicembre 2019 di Federica Simone
Vito Roberto Palmiotti facility e security manager di 3M Italia insieme alla flotta aziendale
3M Italia scende in campo contro la lotta all'inquinamento. L'azienda, che opera nel settore industriale, ha deciso di eliminare la plastica dai propri uffici e di ridurre l'impatto ambientale del proprio parco auto. È stato introdotto quindi l’obbligo per il management aziendale di scegliere auto ibride: nel 2020 tutte le macchine saranno ibride,  portando in questo modo il 25% della flotta di 3M Italia a essere elettrificata.
 
Il progetto «flotta sostenibile» di 3M Italia è stato avviato nel 2011, mettendo a disposizione due auto elettriche per i trasferimenti tra gli stabilimenti. Da allora, la car policy è stata progressivamente rivista per introdurre modelli di auto caratterizzati da livelli di emissioni sempre più bassi, mantenendo allo stesso tempo gli stessi standard di comfort e sicurezza. Attualmente, infatti, su un totale di 260 vetture, il 25% della flotta di 3M Italia è elettrificata: 8 auto sono elettriche, pensate per i collegamenti tra la sede principale a Malaspina di Pioltello (MI) e gli stabilimenti produttivi (tutti situati in Lombardia), 12 sono ibride per il personale viaggiante ed entro la fine dell’anno, ulteriori 35 vetture ibride entreranno a far parte del parco assegnato al management aziendale.

Per sostenere l’utilizzo delle auto elettriche 3M implementerà anche le stazioni di ricarica aziendali con 30 nuove colonnine, che si andranno ad aggiungere alle 7 già esistenti, rendendo accessibili queste aree anche ai dipendenti che possiedono auto elettriche. L'azienda, infine, erogherà per tutti i dirigenti un corso di guida per auto ibride. 
Tra le filiali europee di 3M, multinazionale statunitense, quella italiana è la più virtuosa: ha il livello di CO2 più basso, pari a 103 gr/km, e scenderà ancora raggiungendo la quota di 92 gr/km. 

3M non punta solo sulla mobilità sostenibile, ma ha lanciato anche delle iniziative «plastic free». Nella sede di Pioltello sono state distribuite ai dipendenti più di 700 borracce in acciaio WaMi che, oltre a essere riutilizzabili all’infinito, sono state scelte perché permettono di donare un anno di acqua potabile a una persona bisognosa attraverso un'operazione di charity. Nella mensa aziendale, inoltre, sono stati introdotti bicchieri lavabili per consumare l’acqua durante i pasti. Complessivamente, l’operazione porterà a una riduzione di 18,16 tonnellate di emissioni di CO2 in un anno.

«La sostenibilità è sempre stata parte integrante della strategia di 3M, non solo per quanto riguarda le scelte produttive nei vari settori in cui l’azienda opera, ma anche nella cultura che l’azienda vuole trasmettere ai propri dipendenti. Una riduzione negli sprechi di plastica e una gestione responsabile della flotta aziendale ne sono un esempio – ha affermato Dirk Lange direttore amministrativo della South East Europe Region di 3M – Siamo alla continua ricerca di soluzioni che permettano di diminuire l'impatto ambientale delle nostre sedi e della nostra flotta. Siamo orgogliosi che gli interventi introdotti negli ultimi 7 anni nella nostra car policy ci abbiano permesso di ridurre del 31% le emissioni di CO2 e anche l’operazione plastic-free ci sta già dando risultati interessanti». 
 
  Ultimo aggiornamento: 20:59 © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Divisioni a due cifre: ricordate? Incubo per studenti (e genitori)

di Veronica Cursi

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma