Banda larga, ecco il progetto varato dal governo Renzi

Mercoledì 4 Marzo 2015 di Rosario Dimito
Il progetto BUL ha l’obiettivo di sviluppare una rete in banda ultralarga sull’intero territorio nazionale per creare un’infrastruttura di telecomunicazioni a “prova di futuro” raggiungendo anche gli obiettivi dell’Agenda Digitale Europea.



In concreto cosa vuol dire a “prova di futuro”? E' uno dei passaggi di Strategia Italiana per la banca larga, il progetto varato dal governo ieri. Sono 116 pagine di cui Il Messaggero è in grado di rivelare il contenuto (leggi il documento).



A “prova di futuro” significa non costruire autostrade a due corsie quando è già evidente che prima di completarle saranno necessarie 4 corsie. Le

telecomunicazioni del futuro saranno ancora più importanti di quanto non lo siano adesso, si legge a pagina 8, prevalentemente in mobilità, soprattutto video e ad altissima risoluzione, immersive, con “oggetti” collegati 10 volte più numerosi delle persone.



È per questo che la Corea del Sud sta aggiornando la propria rete portandola da 100 Mbps a 1 Gbps come accade anche negli USA, in intere aree metropolitane e in comunità locali, in Giappone, Israele, Slovenia, Romania, Sud Africa, UK come in tante altre parti del mondo. Il piano andrà rivisto e aggiornato annualmente in funzione dei risultati

raggiunti. Ultimo aggiornamento: 16:22

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il marito della sindaca e la tv: «L’unico Matteo è nostro figlio»

di Simone Canettieri

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma