CORONAVIRUS

Santa Marinella, restano il divieto di bagni e tintarella e l'obbligo di mascherina anche all'aperto

Lunedì 25 Maggio 2020 di monica martini
 La spiaggia della Passeggiata a mare a Santa Marinella
A Santa Marinella resta obbligatorio l’uso della mascherina protettiva che dovrà essere indossata anche negli aperti, oltre che sui mezzi di trasporto pubblico, taxi compresi. Lo ha deciso il sindaco Pietro Tidei, che ha emesso una nuova ordinanza  e che è tornato a parlare dell’importanza di seguitare a mantenere, anche quando tra pochi giorni si aprirà la stagione balneare, un comportamento corretto e responsabile.
Il numero di soggetti positivi al Covid 19 nella cittadina è in costante calo: oggi sono solo 5 i casi ancora presenti nel comune e di questo passo presto il numero dei contagi sarà azzerato. "Tutto merito – sostiene Tidei -  anche delle misure di prevenzione adottate nella città e del buon senso della maggioranza dei cittadini. Ma non è ancora il caso di abbassare la guardia".
Come detto, mancano appena quattro giorni alla riapertura degli stabilimenti balneari prevista per venerdi 29, ma fino ad allora lungo il litorale di Santa Marinella e Santa Severa non sarà possibile prenedere la tintarella, bensì solo transitare nelle aree demaniali e lungo le spiagge per svolgere attività motoria e sport acquatici, dal surf al nuoto. Un tuffo riservato però solo ai nuotatori che devono allenarsi e non prevede appunto la possibilità di rimanere sulla sabbia a  prendere il sole.
 Un appello del sindaco, infine, al mantenimento delle misure di distanziamento sociale in bar, ristoranti, negozi e  parchi pubblici. Ultimo aggiornamento: 17:19 © RIPRODUZIONE RISERVATA