Mamma squalo partorisce in spiaggia 9 cuccioli, sorpresa a Sciacca: tutti salvati dalla Guardia Costiera

Mamma squalo (immag diffusa dalla Guardia Costiera)
di Remo Sabatini
3 Minuti di Lettura
Giovedì 27 Gennaio 2022, 12:27

Una femmina di squalo azzurro, specie nota nel nostro Paese con il nome di verdesca, è stata protagonista di una straordinaria avventura che, fortunatamente, si è conclusa bene. L'incredibile episodio è accaduto sulla spiaggia siciliana di San Giorgio, a Sciacca. Lì,  quattro donne, mentre passeggiavano sul litorale, si sono accorte di un grosso pesce che, ormai pressoché spiaggiato, si dimenava in acque basse. Così, incuriosite, si erano avvicinate rimanendo sbalordite. Quel pescione, infatti, era uno squalo. Ma non è tutto. Intorno al pesce nuotavano almeno nove cuccioli che sembravamo essere appena nati. Lo squalo, probabilmente era venuto in acque basse per partorire ed ora, sembrava in difficoltà.

Squali cannibali sbranano a metà squalo zombie che continua a cacciare Video

A quel punto, era scattato l'allarme: "Bisognava salvare mamma e piccoli". Così era stata allertata la Guradia Costiera che, tempo pochi minuti, sarebbe giunta sul posto. "A seguito di segnalazione giunta alla sala operativa da parte di privati cittadini, ha spiegato in un comunicato la Guardia Costiera, i nostri uomini di Sciacca sono intervenuti per pestare assistenza ad uno squalo verdesca soiaggiatosi nella secca dell'arenile di San Giorgio". Con sul posto, oltre alla Guardia Costiera, i medici veterinari e una imbarcazione messa a disposizione dalla locale Lega Navale, era iniziato l'intervento di soccorso che, all'inbrunire, aveva significato la salvezza di mamma e piccoli sospinti finalmente al largo. Gli squali vivipari, non hanno cure parentali. I piccoli, infatti, in molte specie tra le quali il palombo e appunto la verdesca, nascono perfettamente formati e in gradi di sopravvivere da soli. L'istinto di conservazione delle femmine gravide, poco prima del parto le spinge in acque più tranquille, spesso vicine alla costa, dove i nuovi nati sono più al sicuro dai predatori. Questa la probabile motivazione che ha spinto quella femmina a rischiare lo spiaggiamento pur di assicurare la sopravvivenza ai piccoli. Lo squalo azzurro (Prionace glauca) è presente in quasi tutti i mari e oceani del pianeta. Dal caratteristico dorso azzurro brillante, è considerato lo squalo più elegante tra le circa 400 esistenti. Di corporatura snella, può sfiorare i quattro metri di lunghezza. Nonostante non siano più numerosi come un tempo, gli squali azzurri continuano ad essere cacciati, oltre che per le pinne, anche per la loro carne, spesso spacciata per pesce spada. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA