Strage di lamantini in Florida: morti di fame per colpa dell'inquinamento

Strage di lamantini in Florida: morti di fame per colpa dell'inquinamento
di Remo Sabatini
2 Minuti di Lettura
Lunedì 12 Luglio 2021, 21:35 - Ultimo aggiornamento: 14 Luglio, 15:11

I numeri sono impressionanti. Documentano una strage senza precedenti che sta falcidiando i lamantini della Florida. Soltanto dal gennaio scorso, infatti, gli esemplari morti e registrati sono ben 841. Epicentro di quella che è già stata definita una moria senza precedenti, l'area della Indian River Lagoon dove, come riportato dalla Florida Fish & Wildlife Conservation Commission (FWC) sono stati registrati oltre la metà dei casi. 

Caldo, allerta per bambini, anziani e animali: dalla dieta all'aria condizionata ecco le regole

Contrariamente a quanto accaduto nel 2013, quando a causa del proliferare di un alga tossica erano morti 830 esemplari, stavolta è soltanto colpa dell'uomo. L'inquinamento provocato dalle attività umane, infatti, ha avvelenato le acque e di conseguenza i letti di alghe in un'area enorme che, dalla Florida, è arrivata fino a Brevard, cittadina costiera del Nord Carolina, provocando la desertificazione dei fondali. Facendo sparire di fatto, il cibo dei lamantini che stanno letteralmente morendo di fame. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA