Il delfinario di Rimini si trasforma. Diventerà un ospedale per le tartarughe.

Mercoledì 25 Marzo 2020 di Remo Sabatini
Il delfinario di Rimini prima della chiusura (immagine pubblicata da Ansa)
La vicenda del delfinario di Rimini la ricordiamo tutti. Iniziata nel lontano 1968, era terminata nel 2013 quando, con la struttura giudicata non idonea e i problemi realtivi alla salute dei delfini detenuti, Lapo, Sole, Luna e Alfa, ora all'acquario di Genova, si erano riaccesi i riflettori su uno dei delfinari della riviera adriatica. Così, una volta chiuso, il destino del vecchio delfinario aveva segnato il passo. Almeno fino ad oggi perchè, è notizia di queste ore, dove si esibivano delfini e leoni marini, sorgerà un ospedale per le tartarughe.

A presentare la proposta, la Fondazione Cetacea e il Club Nautico che, a questo punto e vista la scadenza del termine ultimo di presentazione del bando indetto dal Comune, saranno i nuovi gestori della struttura riminese. Oltre all'ospedale, con annesso centro di riabilitazione, quella che già oggi viene definita un'oasi, vedrà lo svolgimento di attività didattiche che possano avvicinare i giovani alla conoscenza della fauna marina dell'Adriatico, una scuola di vela e la possibilità di uscite in mare dove, con un pò di fortuna, si potrebbero incontrare i delfini, senza pagare il biglietto.    © RIPRODUZIONE RISERVATA