Cucciola di capriolo finisce sulla statale circondata da cani randagi: salvata dai carabinieri

La piccola di capriolo salvata dai carabinieri. (Immag e video pubbl sui social da Carabinieri)
di Remo Sabatini
2 Minuti di Lettura
Giovedì 3 Giugno 2021, 18:59

Era stata circondata da quattro cani randagi che non le avevano dato tregua. Tanto che, per sfuggirgli, una piccola di capriolo di poche settimane di vita era finita sulla strada dove, se non fosse stato per il tempestivo intervento dei carabinieri, avrebbe certamente trovato la morte. Il fatto è avvenuto nel Parco Nazionale della Sila. A documentarlo gli stessi carabinieri che, sui social hanno diffuso le tenere immagini che pubblichiamo. Protagonisti della vicenda, oltre ai militari, una piccola di capriolo e ben quattro cani randagi.

Perugia, tre caprioli investiti in poche ore: "colpa" della stagione dell'amore

La piccola, probabilmente stanata dai randagi stessi, è stata salvata mentre, disperata e ormai giunta sulla Statale 107 trafficata dalle auto in transito, cercava inutilmente una via di fuga. Con da una parte i cani e dall'altra le auto, se non fosse stato per il tempestivo intervento dei carabinieri forestali del Reparto Nazionale della Sila e del Reparto Biodiversità di Cosenza giunti sul posto, per la cucciola sarebbe stata la fine. E invece no. Sì perché una volta allontanati i randagi, la piccola è stata soccorsa e, come illustrato dalle immagini, accolta per le cure necessarie presso il Centro Visita del Cupone, a ridosso del lago Celita nel comune Cosentino di Spezzano della Sila.

© RIPRODUZIONE RISERVATA