Troppi piccioni, chiuso dal Nas il mercato coperto di via Dei Bastioni

Mercoledì 22 Maggio 2019 di Alessandra Di Filippo

Per gravi carenze igienico-sanitarie chiude a Pescara il mercato di via Dei Bastioni. La sospensione delle attività all'interno della struttura è stata disposta a seguito di un blitz, scattato ieri mattina alle 6, da parte dei carabinieri del Nas di Pescara, coordinati dal maggiore Domenico Candelli. L'intero mercato, così come accaduto qualche giorno fa all'ortofrutticolo di Cepagatti, è stato ispezionato in lungo e in largo. Controllati tutti gli operatori con le relative merci. Quello che è fatto scattare immediatamente il provvedimento di chiusura, sono state le scarse condizioni igieniche riscontrate. Quasi una emergenza sanitaria determinata soprattutto dalla presenza incontrollata all'interno dei locali dei piccioni e dei loro escrementi.

Completamente invaso il piano superiore, normalmente e per fortuna poco utilizzato. Ma piccioni svolazzanti sono stati notati anche lì dove si svolge quotidianamente il mercato, fra le bancarelle e soprattutto sugli stessi prodotti con rischi enormi per la salute dei consumatori. Come si sa infatti, questo tipo di uccelli sono portatori di malattie infettive, alcune delle quali mortali, contagiose per l'uomo e per gli animali domestici, i cui agenti patogeni vengono trovati nei loro escrementi. Dopo l'inquietante scoperta, è stato chiesto l'intervento della Asl, la quale ha disposto la chiusura immediata del mercato, subito eseguita dall'amministrazione comunale. Potrà riaprire soltanto quando saranno rispettate e seguite alla lettera tutta una serie di prescrizione.

Considerando che quelle imposte sono tante, per ora sembra difficile possa tornare a funzionare. Oltre alla chiusura, sono state elevate numerose sanzioni. Insieme ai Nas, ai controlli hanno preso parte anche i carabinieri del nucleo ispettorato del lavoro per verificare la regolarità delle persone che lavorano nella struttura. Due erano completamente in nero, il che ha fatto scattare ulteriori multe e provvedimenti. I mercati ortofrutticoli e non solo del Pescarese, insomma, passati al setaccio dai Nas. Solo in quello di Cepagatti, sono stati sequestrati ben quattro quintali di frutta, che era totalmente priva della documentazione necessaria e prevista per legge. Riscontrate anche in quel caso diverse violazioni dal punto di vista igienico-sanitario e della tracciabilità, oltre che inerenti il trasporto dei prodotti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA