Ancona, svolta nell'omicidio della pittrice: arrestati l'ex marito e il figlio

di Rosalba Emiliozzi
Pittrice uccisa ad Ancona: arrestati ex marito e figlio. Giuseppe e Simone Santoleri, ex marito e figlio di Renata Rapposelli sono stati arrestati questa mattina all'alba dai carabinieri. Erano già indagati per l'omicidio della pittrice abruzzese scomparsa a Giulianova il 9 ottobre scorso e ritrovata morta a Tolentino, in provincia di Macerata, in avanzato stato di decomposizione semi seppellita in una scarpata. A cinque mesi dal delitto il gip del Tribunale di Ancona, su richiesta del pm Andrea Laurino, ha disposto la custodia cautelare in carcere per i due che fin dal primo momento avevano dato spiegazioni poco convincenti sull'incontro con la donna a Giulianova e sul suo rientro a casa ad Ancona, accompagnata - hanno sempre detto ex marito e figlio - dall'ex consorte con la sua auto fino a Loreto. La donna, pittrice di arte sacra che per un periodo della sua carriera aveva avuto un discreto successo, viveva in condizioni di indigenza in una casa popolare e aveva pochissimi rapporti con i due arrestati. Era molto religiosa e frequentava gruppi di preghiera tanto che a dare l'allarme erano stati gli amici che non l'avevano più vista in chiesa. A incastrare i due ci sarebbero le relazione dei Ris, con un grave quadro indiziario,  e le immagini della polizia municipale, sulla ex strada statale 16 nei pressi di Civitanova, che inquadrano l'auto dei Santoleri il 12 ottobre mentre procede verso Tolentino, dove i due hanno sempre detto di non essere mai stati.  La donna venne trovata morta il 10 novembre proprio a Tolentino. 

LEGGI ANCHE: 
Pittrice uccisa, padre e figlio volevano rottamare l'auto al centro dell'indagine
Martedì 6 Marzo 2018 - Ultimo aggiornamento: 07-03-2018 12:41

© RIPRODUZIONE RISERVATA

COMMENTA LA NOTIZIA
0 di 0 commenti presenti
  • 247
QUICKMAP