Pescara, il sindaco di New York
De Blasio fa il bagno tra selfie
e due chiacchiere con una senegalese

Pescara, il sindaco di New York De Blasio fa il bagno tra selfie e due chiacchiere con una senegalese
2 Minuti di Lettura
Venerdì 25 Luglio 2014, 11:46 - Ultimo aggiornamento: 28 Luglio, 15:00

PESCARA - Il sindaco di New York a Pescara per una notte.

Bill de Blasio ha fatto tappa in città, con famiglia al seguito, per spezzare il viaggio da Matera a Venezia.

Ha scelto di soggiornare all’Hotel Carlton nella massima riservatezza, quella che si conviene per un viaggio assolutamente privato. De Blasio ha incontrato il sindaco di Pescara Marco Alessandrini con cui ha fatto colazione alla presenza anche del questore Paolo Passamonti.

Polo, short e sandalo tecnico, De Blasio si è concesso ai cronisti intorno alle 11.15 quando è sceso dalle scale del Carlton e ha risposto in discreto italiano a due domande sull'apertura nel welfare che sta contraddistinguendo il suo mandato ("abbiamo previsto 200 mila alloggi nei prossimi 10 anni per il ceto medio basso e sono felice di aver incontrato un collega che la pensa come me") poi ha detto: "Scusate ma ho bisogno di camminare".

Così De Blasio, con la figlia Chiara e sempre accompagnato da Alessandrini e dal questore Passamonti è arrivato a piedi alla Nave di Cascella tra un nugolo crescente di curiosi. Dopo gli scatti di rito davanti a uno dei simboli di Pescara è voluto andare in spiaggia, si è tolto i sandali ed è sceso in mare. Nel giro di pochi minuti un centinaio di persone si è radunato sulla battigia. De Blasio per nulla infastidito ha salutato tutti, si è concesso per i selfie di rito e si è intrattenuto con una ambulante di colore senegalese ("sei bella"). Poi dopo altri selfie è risalito e sulle cocenti passerelle di pietra ha detto "I need a bench, come si dice bench? Panchina? Ecco devo rimettermi i sandali...". Tornato in albergo, ha ripreso la strada di Venezia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA