Pescara, bagarre al Pronto soccorso: addetto ferito con una coltellata alla coscia

Pescara, bagarre al Pronto soccorso: addetto ferito con una coltellata alla coscia
di Patrizia Pennella
2 Minuti di Lettura
Martedì 15 Novembre 2022, 08:39

Ancora un'aggressione all'interno del Pronto soccorso di Pescara, ulteriore spia degli affanni del reparto. Ancora una notte difficile nelle lunghe attese per le visite. Accade spesso che i pazienti siano un po' meno pazienti, ma quella di domenica notte è stata una vera e propria aggressione nei confronti di uno degli operatori della struttura sanitaria. L'uomo che stava aspettando di essere visitato, stava creando problemi anche alle altre persone presenti all'interno della sala d'attesa: a un certo punto a iniziato a discutere con uno degli operatori addetti al servizio di portierato. La discussione si è fatta sempre più accesa finché il paziente non ha aggredito il dipendente della cooperativa con un coltellino, ferendolo a una gamba. L'intervento di una delle guardie giurate in servizio ha evitato il peggio. Intanto è stata chiamata la sala operativa della questura che ha inviato sul posto una pattuglia che, coordinata dal dirigente della squadra volante Pierpaolo Varrasso ha immediatamente individuato l'aggressore. L'uomo si trovava ancora nell'area antistante l'ospedale: è stato identificato e denunciato per lesioni personali aggravate.


L'addetto al portierato controllato e medicato in pronto soccorso ha riportato una ferita giudicata guaribile in venticinque giorni. In un comunicato l'Ugl sicurezza civile Abruzzo si dice «felice che il rafforzamento del servizio di vigilanza all'interno del pronto soccorso di Pescara abbia iniziato a dare i propri frutti. Ci auguriamo che la Asl di Pescara continui con il rafforzamento dei servizi di vigilanza più volte richiesti da dipendenti e utenti arrivando a aumentare la presenza della vigilanza armata all'interno del pronto soccorso».

© RIPRODUZIONE RISERVATA