Via Verde d'Abruzzo e quel tratto “isolato”: il telefonino senza segnale

Via Verde e quel tratto isolato : il telefonino senza segnale
di Pino Veri
3 Minuti di Lettura
Venerdì 16 Luglio 2021, 11:58

La bellissima e affasciante Via Verde d’Abruzzo, quel tracciato di poco più di 40 chilometri che da Ortona arriva alla ex stazione ferroviaria di Vasto Marina, in provincia di Chieti, in questi giorni è frequentatissima, specialmente nelle ore meno calde. Ci si transita in bici ma anche a piedi, c’è chi ci corre, chi passeggia, chi ancora la frequenta con tutta la famiglia. Mentre si attende anche una certa regolamentazione, qualcuno ha posto un problema gravissimo, segnalato anche ai carabinieri. La parte compresa nel comune di Rocca San Giovanni, Vallevò, fino ai confini con Fossacesia non è raggiungibile telefonicamente. Non funzionano i telefonini, i cellulari non trasmettono né ricevono e dunque questa lunga parte (cinque, sette chilometri tra i trabocchi) è isolata. Chi segnala o ha segnalato la gravità della situazione si è sentito rispondere «che neanche i carabinieri, quando sono in zona, riescono a collegarsi».

E’ facile dunque ipotizzare che se in quei chilometri i carabinieri e la gente comune non riescono a collegarsi, questo accada anche per tutte le altre forze che sovrintendono all’ordine e alla sicurezza (ambulanze, forestale, vigili del fuoco). Ne consegue inoltre che ove si verifichi un fatto anomalo, un incidente, una caduta o peggio ancora se qualcuno avverte la necessità della presenza di un medico per lo sport che sta praticando, è possibile ce questi non arrivi in tempo. E dal momento che chi corre in bici o a piedi in questi periodi di vacanza non lo fa tutti i giorni è ed sottoposto a uno sforzo non quotidiano. Si prevede un’ulteriore polemica sulla vicenda Via Verde ricavata dalla ferrovia dismessa anche perché, sempre in territorio di Rocca San Giovanni la zona buia prosegue fino all’interno, dalla Foce a tutta Coste del Mulino, parte di Piano Favaro e località Pontone. C'è chi minaccia esposti

© RIPRODUZIONE RISERVATA