Addio al tenente Nicola Di Biase, morto a 27 anni per una grave malattia

Martedì 7 Luglio 2020 di Sonia Paglia
Addio al tenente Nicola Di Biase, ucciso a 27 anni da una terribile malattia

Ha perso la vita a soli 27 anni, Nicola Di Biase, tenente dell’Esercito Italiano. Il giovane ufficiale, originario di Quadri, un piccolo comune nella provincia di Chieti, è stato stroncato da una malattia improvvisa e terribile, che non gli ha lasciato scampo: in due mesi si è ammalto ed è morto. L’ufficiale abruzzese era in servizio a Trieste. Era avviato a una brillante carriera e nella sua breve vita aveva dimostrato grande preparazione e attaccamento alla divisa. Il tenente Di Biase si era arrualato a 17 anni avendo come obiettivo, fin da ragazzino, la carriera militare. 

 Aveva studiato al Liceo scientifico Galileo Galilei di Lanciano, conseguendo la maturità. Poi la formazione nell’Accademia Militare di Modena come cadetto e la Scuola di Applicazione di Torino, con la promozione a grado di tenente. «Un giovane dinamico e cordiale, sempre sorridente», lo ricordano in tanti. Il suo cuore ha cessato di battere nell’ospedale di Castel di Sangro, dopo due mesi in cui a lottato con tutte le sue forze per sopravvivere e scofiggere quel male orribile. Lascia i genitori Orlando e Carla e una sorella Gianna. La mamma lavora in ospedale di Castel di Sangro.


La famiglia Di Biase è molto conosciuta in tutto l'Alto Sangro, nell'Aquilano, dove vivono molti parenti. Subito dopo la scomparsa, ieri mattina, sui social network  sono comparsi messaggi di addio e ricordi  struggenti: «Oggi la nostra comunità ha perso uno dei suoi figli più belli, buoni, generosi. ll tenente Nicola Di Biase, 27 anni, ha spiccato il volo per il paradiso. Buon viaggio ragazzo prediletto, la schiera degli angeli è riunita in parata per accoglierti festante», ha scirtto lo zio Nino Lucente. «Ciao, guerriero, il Cielo aveva bisogno di te» è il messaggio dell'insegnante Rosella Valentini. 

Ultimo aggiornamento: 17:41 © RIPRODUZIONE RISERVATA