L'Aquila, anziana derubata in ospedale muore per lo choc, arrestata infermiera del reparto Covid

L'Aquila, anziana derubata in ospedale muore per lo choc, arrestata infermiera del reparto Covid
2 Minuti di Lettura
Giovedì 18 Marzo 2021, 08:13 - Ultimo aggiornamento: 09:24

Un’anziana ricoverata sarebbe morta per lo stress e il dispiacere di essere stata derubata in reparto. A un’infermiera dell’ospedaleSan Salvatore” dell’Aquila hanno contestato anche «la morte per conseguenza di altro reato» in relazione al decesso di un’anziana ricoverata in Geriatria.

Sei furti

A.P., 40 anni dell’Aquila, infermiera in ultimo anche del reparto Covid dell’ospedale abruzzese, è stata arrestata perché avrebbe approfittato non solo della vulnerabilità degli anziani affetti da gravi patologie ma dello stesso periodo pandemico che vieta le visite dei familiari, per commettere sei furti di oggetti in oro dai comodini dei degenti.

Covid, addio alla maestra Enrichetta. Il figlio: «Chi ha sbagliato dovrà pagare»

Coronavirus, il Nas all'obitorio: trovate macchie di sangue sul pavimento e perdite di liquidi dalle bare

Le indagini

A portare a galla i reiterati furti, gli agenti del posto fisso di polizia dell’ospedale e quelli della Questura, sotto il coordinamento del Pm Fabio Picuti che aveva chiesto il carcere per la donna, misura trasformata nei domiciliari dal Gip, Baldovino De Sensi. La donna ha ammesso di «essersi fatta prendere la mano. Ero affranta, i problemi economici in famiglia non cessavano e, causa Covid, si sono aggravati: frigo vuoto e due figli da mantenere. Quando ho visto sul comodino di una degente una collana in oro non ho resistito e l’ho preso quasi senza pensarci. Di qui ho iniziato a prendere altri oggetti e a rivenderli».

L’ infermiera nega, però, l’accusa più grave («Non avrei alcuna remora a questo punto nell’ammetterlo») ma la presenza nel reparto sarebbe confermata dai colleghi, dal suo badge, e dal riconoscimento del figlio della malcapitata anziana poi morta.

 
Video

© RIPRODUZIONE RISERVATA