Turista romana ferita sul Gran Sasso, un escursionista vede l'incidente e lancia l'allarme

Domenica 12 Luglio 2020
Vede incidente in montagna e lancia l'allarme: donna in pericolo sul Gran Sasso

Una escursionista 49enne si ferisce durante un'uscita in montagna, lungo una via alpinistica del Gran Sasso. Grazie all'applicazione di Georesq sul proprio smartphone, un escursionista ha lanciato l'allarme dopo aver assistito a un incidente sul Gran Sasso. 
 

Una donna si è infortunata in prossimità della Direttissima, via alpinistica che conduce alla vetta occidentale di Corno Grande, a 2.912 metri di quota, un luogo mozzafiato della montagna abruzzese. Si tratta di una turista di Colleferro, comune dell'hinterland di Roma, G. P., 49 anni, che si è fratturata una spalla verso mezzogiorno mentre stava scendendo dopo un'escursione con un gruppo di amici.

LEGGI ANCHE Gran Sasso, trovato morto l'escursionista disperso da due giorni

«Il servizio di Georesq, gestito dal Corpo Nazionale Soccorso Alpino e Speleologico (Cnsas) e promosso dal Club Alpino Italiano (Cai), consente di determinare la propria posizione geografica e in caso di necessità l’inoltro degli allarmi e delle richieste di soccorso attraverso la centrale operativa GeoResQ» spiegano i soccorritori.

In tempo reale è stata la centrale operativa della Sardegna a raccogliere la richiesta d'aiuto partita dal Gran Sasso e a inoltrarla alla stazione del Soccorso Alpino e Speleologico d'Abruzzo. Hanno raggiunto il luogo dell'incidente con il verricello il tecnico di elisoccorso del Soccorso Alpino e Speleologico e il medico  del 118. Insieme hanno provveduto a collocare sulla barella la turista infortunata poi trasportata all'ospedale San Salvatore dell’Aquila.

Ultimo aggiornamento: 16:01 © RIPRODUZIONE RISERVATA