Ferita con 11 coltellate. Roland: «L'ho fatto solo per amore»

Venerdì 6 Settembre 2019 di Monica Di Pillo
Ferita con 11 coltellate. Roland: «L'ho fatto solo per amore»

«L’ho fatto per amore. E’ stato un raptus». Questa la motivazione fornita al Gip durante l’interrogatorio di convalida da Bushi Roland, 27 anni, albanese, arrestato tre giorni fa a Francavilla con l’accusa di tentato omicidio per aver inferto 11 coltellate ad Aliona Oleinic, 33 anni, moldava. Ieri il Gip del Tribunale di Chieti, Luca De Ninis ha convalidato l’arresto dell’albanese, mentre il Pm Lucia Campo ha chiesto la misura cautelare in carcere. L’uomo durante l’interrogatorio, assistito dal legale Antonello D’Aloisio, non ha negato di aver accoltellato la giovane moldava, ma si è detto pentito.

L’albanese, che lavora a giornata come muratore, senza contratto di assunzione ne’ di affitto, ha ammesso le sue colpe, ma ha dichiarato di non essere andato a casa della giovane per ucciderla, ma di volerle parlare, visto che non riusciva a sentirla da giorni. Stando al suo racconto, martedì mattina prima di andare al lavoro avrebbe deciso di passare a casa di Aliona, che lui conosceva perché l’aveva riaccompagnata lì diverse volte. Davanti al rifiuto della giovane di parlargli, lui ha scavalcato il cancello ed è entrati nel cortile dell’abitazione. Dopo l’ennesimo tentativo di convincere la giovane ad avere una storia con lui, avrebbe perso la testa e l’avrebbe aggredita con il coltello che aveva nello zainetto.

I due si sarebbero conosciuti circa 8 mesi fa, lei avrebbe accettato la sua amicizia su Facebook e lui si sarebbe più volte recato nel locale dove la moldava lavora come cameriera, spendendo anche cospicue somme di denaro pur di vederla. I due erano amici, si frequentavano, tanto che la riaccompagnava a casa, anche dopo il lavoro. Per lei però la loro era solo amicizia, tanto che alcune volte lo ignorava per giorni, come era appunto accaduto la scorsa settimana. Per lui però quella con Aliona non era una semplice amicizia, era diventato un amore, evidentemente non corrisposto, tanto da scatenare una rabbia incontrollabile, che lo ha portato a sferrarle 11 coltellate. Per l’uomo, reo confesso e pentito del suo gesto, potrebbe ora aprisi la via del rito abbreviato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA