Covid, si svuotano ancora gli ospedali. Sospetto-varianti, Celano resta in zona rossa

Covid, si svuotano ancora gli ospedali. Sospetto-varianti, Celano resta in zona rossa
2 Minuti di Lettura

PESCARA - Sono 89 i nuovi casi di Covid-19 accertati nelle ultime ore in Abruzzo. Sono emersi dall'analisi di 3.397 tamponi molecolari: è risultato positivo il 2,62% dei campioni.

Si registrano 3 decessi, che fanno salire il bilancio delle vittime a 2.450. Scendono ancora i ricoveri, che passano dai 270 di ieri ai 255 di oggi.

I nuovi positivi hanno età compresa tra 2 e 91 anni. Quelli con meno di 19 anni sono 16, di cui 6 in provincia dell'Aquila, 6 in provincia di Chieti e 4 in provincia di Teramo. I tre decessi, uno dei quali relativo ai giorni scorsi e comunicato solo oggi dalla Asl competente, riguardano persone di età compresa tra 56 e 98 anni: una in provincia di Chieti e due in provincia dell'Aquila.

Gli attualmente positivi sono 7010 (-249): 235 pazienti (-11) sono ricoverati in ospedale in terapia non intensiva e 20 (-4, nessun nuovo ricovero) sono in terapia intensiva, mentre gli altri 6.755 (-234) sono in isolamento domiciliare con sorveglianza attiva da parte delle Asl. I guariti sono 63.427 (+334).

Del totale dei casi positivi, 18.261 sono residenti o domiciliati in provincia dell'Aquila (+31), 18.912 in provincia di Chieti (+28), 17.965 in provincia di Pescara (+21), 17.003 in provincia di Teramo (+10), 561 fuori regione (-1) e 185 (-1) per i quali sono in corso verifiche sulla provenienza. 

A Pescara si è tenuta l'Unità di crisi regionale: Celano resta in zona rossa per una settimana (sospetta presenza di varianti), mentre la zona rossa di Sant'Egidio alla Vibrata potrebbe essere revocata anzitempo (prima di metà della prossima settimana).

Giovedì 13 Maggio 2021, 19:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA