Coronavirus, risultati contraddittori: la dottoressa dell'Aquila resta ricoverata in ospedale

Coronavirus, risultati contraddittori: la dottoressa dell'Aquila resta ricoverata in ospedale
1 Minuto di Lettura
Sabato 29 Febbraio 2020, 09:22

La giornata di ierim sul fronte Coronavirus in Abruzzo è trascorsa in trepidante attesa di segnali da Roma proprio sui due casi più spinosi del momento: l’infermiere di Lodi ricoverato al “Mazzini” di Teramo per uno stato febbrile (risultato negativo al test) e quello di una giovane dottoressa del Nord, tirocinante, che avrebbe dovuto sostenere l’esame di abilitazione professionale, poi rinviato dal governo, ed è stata trasferita nel reparto di Malattie Infettive dell’Aquila all’arrivo dei sintomi. Campioni inviati all’Istituto superiore di sanità: questo accade, di prassi, quando i primi controlli non danno un esito chiaro. Nel laboratorio di riferimento di Pescara, infatti, i test vengono eseguiti con doppio dispositivo che può, come nel caso dell’Aquila, non dare lo stesso verdetto.

A quel punto è l’Istituto superiore di sanità, a cui vengono inviati i campioni, a dover dirimere la questione definitivamente. Con tempi di attesa medio-lunghi, vista la situazione del Paese. Nel frattempo, ovviamente, tutte le procedure precauzionali previste sono state attivate. Compresi l’isolamento domiciliare e i tamponi sulle persone più prossime ai possibili contagiati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA