CORONAVIRUS

Coronavirus, l'Inps: «Bonus respinto per pensione di invalidità». Ma prende 226 euro

Giovedì 14 Maggio 2020 di Rosalba Emiliozzi
Coronavirus, l'Inps: «Bonus respinto per pensione di invalidità». Ma prende 226 euro

Prende una piccola pensione di invalidità e gli negano il bonus autonomi di 600 euro voluto dal Governo per superare l'emergenza coronavirus. «Mi sono sentito offeso, tradito, umiliato e discriminato» dice un 60enne di Pescara, agente di commercio, affetto da una grave forma di artrite reumatoide che lo ha costretto già a impiantare tre protesi. L’Enasarco, l’ente di previdenza di agenti e i rappresentanti di commercio, gli ha riscontrato il 67 per cento di invalidità e una pensioncina di 226 euro al mese. Ebbene, questo mini assegno di invalidità gli è costato il bonus Covid. «Dopo aver atteso per quasi 40 giorni, è arrivato l’esito della mia domanda: respinta per pensione d’invalidità  - dice il pescarese - Oltre il danno anche la beffa. Sono indignato perché lo Stato dovrebbe tutelarci, anziché discriminarci».

LEGGI ANCHE Coronavirus, Castelli (nuoto): non lasciateci soli con i nostri contratti finti

Ieri il sessantenne, in vista della riapertura dei negozi, stava programmando la ripresa del suo lavoro. «Sto lavorando al pc, da casa - dice - la situazione è drammatica, io mi occupa di abbigliamento e i commercianti sono stremati da due mesi di chiusura e mancati incassi. Non so come andrà il mio lavoro, per questo avevo fatto domanda per il bonus autonomi. E ci sono rimasto male quando, dopo diverse mail inviate, l’Inps, che non c’entra nulla con l’Enasarco, mi ha scritto dicendomi di andare a vedere la risposta nell’area riservata e lì ho scoperto che non avevo diritto a nulla. Eppure so che il bonus è stato preso da persone che stanno anche bene economicamente bene. Avere una piccola pensione di invalidità non equivale a essere ricchi, ma compensa solo in parte ai periodi di malattia e di sofferenza che periodicamente sono costretto ad affrontare come i tre interventi per protesti: due alle anche e uno al ginocchio». 
«Spero che tutti coloro che come me sono ammalati e in difficoltà non vengano di nuovo discriminati. Presto ci sarà il nuovo DL e mi auguro che quanto successo non si ripeta». Che poi sarebbe bastato sottrarre la piccola pensione dal bonus di 600 euro ed erogare la differenza.

Ultimo aggiornamento: 09:21 © RIPRODUZIONE RISERVATA