Lega Pro, Ascoli-L'Aquila 2-1
Perez super, rossoblù al tappeto

Sabato 6 Settembre 2014 di Stefano Dascoli
Un'azione di Corapi
ASCOLI - Pari in casa con il Gubbio e sconfitta 2-1 contro l'Ascoli al Del Duca. Non Ŕ certamente l'avvio di campionato che sognava L'Aquila.



I rossobl├╣ sono ancora alla ricerca di un'identit├á e questo ├Ę normale dopo l'arrivo di tanti giocatori. In terra marchigiana sono costati cari due gravi svarioni difensivi, ma in ogni caso la squadra ha dimostrato di avere ancora tante difficolt├á anche nella fase di proposizione del gioco e, soprattutto, in quella realizzativa. C'├Ę tanto da lavorare per Pagliari che ha variato pi├╣ volte modulo, sperimentando anche quello senza un centravanti di ruolo (Perna ├Ę uscito all'intervallo). Tante frecce nell'arco (Pacilli, Mancini, Sandomenico, Ceccarelli), ma nessuna ancora in grado di incidere. L'Ascoli, dal canto suo, ha giovato del gol in avvio e si ├Ę reso molto pericoloso sulle ripartenze grazie a Chiric├▓ e Berrettoni. Super Perez: due gol e tantissima sostanza.



La novit├á di Pagliari, dal primo minuto, ├Ę l'esordio di Pacilli nel tridente offensivo, con Mancini in panchina insieme al neo arrivato Ceccarelli. Esordio anche per Scrugli, di ritorno da Pescara, con Pedrelli sull'out sinistro di difesa.

Ascoli con il 4-2-3-1: Perez riferimento centrale, alle sue spalle il tridente Mustacchio, Chiric├▓ e Berrettoni. Al 5' padroni di casa gi├á avanti: Chiric├▓ si incunea, cross basso raccolto da Berrettoni che indirizza a rete, Zandrini devia ma Perez ├Ę lesto a insaccare l'1-0 approfittando di una dormita generale della difesa rossobl├╣. Dopo un avvio troppo timido, L'Aquila prova ad alzare la pressione e l'Ascoli va in difficolt├á in fase di impostazione. Al 25' viene ammonito Pedrelli per un fallo sulla ripartenza di Mustacchio. Sul calcio di punizione qualche protesta bianconera per un presunto atterramento di Perez in area di rigore. Al 27' bella giocata di Pacilli, tutta mancina: un paio di dribbling stretti, poi tiro sul fondo.



Al 31' ancora L'Aquila pericolosa con una conclusione dalla distanza di Sandomenico, ma sull'azione seguente l'Ascoli colpisce ancora. Zaffagnini scivola e resta a terra, una palla alta arriva a Perez che stoppa e, tutto solo, infila Zandrini: 2-0. Al 36' Corapi pericoloso con un tiro dalla distanza respinto da Lanni. In chiusura di tempo cross pericolosissimo di Chiric├▓ che Perez non riesce a deviare in rete di testa. Si chiude cos├Č 2-0 un primo tempo sciagurato per L'Aquila colpita dall'Ascoli su due gravi disattenzioni difensive. In ogni caso i rossobl├╣ hanno giocato una prima frazione non all'altezza: avvio troppo morbido, qualcosa in pi├╣ si ├Ę visto nella fase centrale, con una pressione pi├╣ alta e qualche bella giocata di Sandomenico e Pacilli, di nuovo difficolt├á nel finale quando la formazione di Pagliari si ├Ę allungata rischiando di subire il terzo gol sulle pericolose ripartenze degli esterni bianconeri Mustacchio e Chiric├▓.



In apertura di secondo tempo Pagliari cambia volto alla squadra. Fuori Perna e Sandomenico, dentro Mancini e De Francesco: si passa al 4-4-2 con Mancini e Pacilli di punta, De Francesco e Corapi sugli esterni. Al 7' giallo anche per Perpetuini, per una trattenuta su Chiric├▓. Al 9' Mancini serve Corapi al centro dell'area, conclusione al volo alta. Al 10' viene ammonito Mengoni per un fallo su Pacilli. Al 11' pericolosissimo corner di Corapi, spizzato sul primo palo da un difensore di casa con la palla che termina di poco a lato sul palo opposto. Sembra crescere, in questa fase, la pressione rossobl├╣. Al 20' cross di Mustacchio, colpo di testa di Berrettoni e bella risposta di Zandrini. Un minuto dopo Pagliari cambia ancora volto alla squadra: esce Perpetuini ed entra il neo arrivato Ceccarelli. Si passa al 4-2-3-1 con Mancini, Ceccarelli e Corapi a svariare dietro Pacilli. Al 22' cambia anche l'Ascoli: fuori lo stanco Chiric├▓, dentro Gualdi. Perez, indomabile davvero, si fa ammonire poco dopo per una protesta dopo un fallo commesso su Zaffagnini. I ritmi, in ogni caso, non crescono e l'Ascoli controlla il vantaggio senza eccessivi problemi. Al 24' micidiale ripartenza bianconera, Perez mette Gualdi davanti a Zandrini, ma il diagonale ├Ę abbondantemente fuori. Al 27' clamorosa palla gol per L'Aquila: Ceccarelli mette un cross dalla destra, Corapi tira di prima intenzione, salva Gualdi a portiere battuto. Al 29' De Francesco perde una brutta palla sulla propria trequarti e si fa ammonire per la trattenuta su Gualdi.

Nel finale, a 2' dal termine, Pacilli riaccende le speranze con un gran gol in pallonetto. Vano il mini-assalto finale. Finisce 2-1.



Ascoli Picchio: Lanni, Pelegatti, Avogardi, Pirrone, Mengoni, Mori, Chirico (22' s.t. Gualdi), Addae, Perez Berrettoni (41' s.t. Altinier), Mustacchio (34' s.t. , Cristiano Rossi). A Disp.: Ragni, Cinaglia, Carpani, Giovannini. All.: Petrone.

L'Aquila: Zandrini, Scrugli, Pedrelli, Perpetuini (21' s.t. Ceccarelli), Zaffagnini, Pomante, Corapi, Del Pinto, Perna (1' s.t. Mancini), Pacilli, Sandomenico (1' s.t. De Francesco). A Disp.: Cacchioli, Maccarrone, Karkalis, Zappacosta. All.: Pagliari



Arbitro: Sig. Martinelli (Roma 2)

Assistenti: Chiocchi (Foligno) e Malacchi (Foligno).

Marcatori: 6' p.t., 33' p.t. Perez, 43's.t. Pacilli

Ammoniti: 26' p.t. Pedrelli, 11' s.t. Mengoni, 23' s.t. Perez, Ultimo aggiornamento: 19:23

LE VOCI DEL MESSAGGERO

´╗┐"Viaggio sul 44, l'autobus del diavolo"

di Pietro Piovani