Caos traffico in via Vazia: l'assessore
al traffico Ubertini incontra i residenti
«Pronti a cambiare se necessario»

Sabato 4 Ottobre 2014 di Emanuele Laurenzi
1
RIETI - ęNon Ť stata la raccolta di firme a spingerci a cambiare il senso di via Vazia. Quel provvedimento lo avevamo giŗ in menteĽ. La risposta √® secca, usata come uno scudo per le critiche che piovono in questi giorni per la rivoluzione della viabilit√† nella zona di piazza Tevere. A parlare √® direttamente Carlo Ubertini, assessore con delega alla Viabilit√†, che torna sulla graticola dopo oltre un anno e mezzo passato sulle barricate per far digerire ai reatini la nuova zona a traffico limitato. I primi tre giorni con il senso di marcia in via Vazia, strada residenziale che corre parallela alla Terminillese, sono stati un inferno di traffico e proteste.



¬ęMa le cose stanno migliorando - spiegava ieri Ubertini - e lo dico sulla base della relazione che mi ha fornito la responsabile del comando della Municipale, Marta Scioscia¬Ľ. Eppure anche ieri si sono moltiplicate le proteste via internet dei reatini. Un assalto ai social network, nel quale si √® messa persino in dubbio la legittimit√† della raccolta firme con cui si chiedeva l’inversione.



¬ęHo avuto un incontro con dei residenti - spiega Ubertini - e ho chiarito loro che c’era gi√† l’idea di cambiare il senso di marcia in quella strada, seguendo un preciso criterio di gestione della viabilit√†. Una strada come via Vazia non pu√≤ diventare una micro tangenziale di collegamento fra due zone della citt√†. Il maggior flusso veicolare era generato da chi la usava per andare da piazza Tevere a Villa Reatina, temendo code sulla Salaria per il passaggio a livello. Problemi ci sono stati all’inizio, quando molti non erano informati del cambio. Sono convinto che, quando tutti avranno metabolizzato il cambiamento, gli automobilisti inizieranno a percorrere le vie prioritarie per spostarsi da un punto all’altro¬Ľ.



La convinzione di Ubertini √® l’augurio di molti anche se, a differenza di quanto accaduto per la ztl, l’assessore √® possibilista. ¬ęMonitoriamo quel che succede - conclude - perch√© un’amministrazione seria √® quella che sa valutare bene le esigenze. Aspettiamo il primo mese e vediamo se questo cambio risponde alle esigenze dei criteri di base per il miglioramento della viabilit√†. Se non sar√† cos√¨, valuteremo cosa fare per migliorare¬Ľ.

Ultimo aggiornamento: 20:42 © RIPRODUZIONE RISERVATA