Nasce Europeana Fashion, l'archivio digitale della moda. I guru del settore si danno appuntamento a Firenze

Venerdì 12 Aprile 2013 di Giorgia Cardinaletti

È possibile conservare anni e anni di storia della moda? Sì, in una grande biblioteca in continua evoluzione. Ecco l’obiettivo di Europeana Fashion, un progetto nato per indagare le connessioni del settore con cultura e new media. Il 17 e il 18 aprile a Firenze si incontreranno studiosi, curatori, media expert e opinion leader del fashion system per il workshop “Fashion Industry and the Glam Community”.

FASHION HERITAGE

Il termine “Glam”, in questo caso, sta a significare “Galleries Libraries Archives Museum”. In due parole: una comunità culturale. A fare da collante a questa iniziativa è il Fashion Heritage che, oltre ad essere il patrimonio di un brand, rivela anche l’identità e la storia di un marchio. In quest’ottica cambia anche il ruolo degli archivi di moda, che non servono più alla conservazione di documenti e vecchi abiti o a preservare la memoria del sogno del fondatore: gli archivi creano codici, si concentrano sul mantenere viva l’identità del brand e i valori ad essa legati. Ed è qui che entra in gioco la potenzialità della Rete.

BIBLIOTECA DIGITALE

“Il progetto – spiega Alessandra Arezzi Boza, Communication e content manager di Europeana Fashion – è nato con l’obiettivo di creare una grande biblioteca digitale della moda, per rendere immediata la ricerca dei materiali archiviati e per organizzare i contenuti digitali sulla moda che continuano ad aumentare in modo esponenziale e non organizzato”. Il settore “moda”, pur essendo un tema importante, non era un soggetto presente su Europeana, la biblioteca digitale europea, che propone attualmente on-line più di 24 milioni di oggetti digitali, relativi a diversi domini del patrimonio culturale, provenienti da più di 2mila musei, biblioteche e archivi europei. Il workshop dà l’avvio a “Europeana Fashion” un progetto triennale, che permetterà di pubblicare on-line, a partire da maggio 2013 fino a marzo 2015, più di 700mila oggetti digitali legati alla moda, che vanno dagli abiti agli accessori storici, dalle fotografie ai manifesti, dai disegni ai bozzetti, dai video fino ai cataloghi di moda, e molto altro. La rete Europeana Fashion riunisce 22 partner di 12 diversi paesi europei, tra i più importanti musei pubblici e privati​​, gli archivi e le collezioni, oltre a tre partner tecnici e 19 fornitori di contenuti, selezionati per la qualità delle loro collezioni.

INFO:

- Il progetto

- Il workshop: come registrarsi

Ultimo aggiornamento: 14 Aprile, 17:11

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Il basket in carrozzina rende giovani e tenaci

di Mimmo Ferretti