Il festival del cibo buono, in piazza San Lorenzo torna lo Slow food Village

Giovedì 17 Settembre 2020 di Carlo Maria Ponzi
"Ricominciamo dalla terra": è il titolo dell'ottava edizione del festival ecogastronomico "Slow food Village" che pianterà i suoi stand (attenendosi alle disposizioni anti Covid-19), dal 18 al 20 settembre, in piazza San Lorenzo. Protagonisti cuochi, produttori e titolari di agriturismo con enogastronomi, giornalisti e rappresentanti istituzionali.
 
«A differenza del passato – dichiara Alberto Valentini, presidente di Slow Food Viterbo e Tuscia – abbiamo dovuto rinunciare per motivi di sicurezza a show cooking, laboratori del gusto e street food. Tuttavia ci è sembrato giusto, in un periodo così complicato, dimostrare la nostra vicinanza a coloro che sono stati più colpiti da questa pandemia ovvero i ristoratori, i produttori agroalimentari, gli operatori turistici e tutto ciò che ruota intorno a essi". Il titolo della kermesse è ispirato dall’appello di Slow Food per un'alleanza tra produttori e ristoratori. Obiettivo: un forte incoraggiamento alla ripresa delle attività ecogastronomiche ripartendo dal “cibo buono, pulito e giusto per tutti».  
 
L'esordio di venerdì è dedicato ai cuochi e al “cibo buono” con il talk show alle 18,30 condotto in tutte e tre le serate da Carlo Zucchetti, scrittore e cofondatore del giornale enogastronomico col cappello www.carlozucchetti.it. Sabato entrano in scena i produttori agroalimentari e al “cibo giusto” con incontro alle ore 18,30 coordinato da Stefano Polacchi, caporedattore del “Gambero Rosso”. Domenica è la volta degli agriturismo e al “cibo pulito” con inizio alle ore 18,30 con il confronto su come rilanciare il turismo nel territorio.
 
Come di consueto, durante le tre giornate dello Slow Food Village alcuni ristoranti e botteghe del gusto di Viterbo proporranno le loro specialità nel “Menu speciale dell’Alleanza” con i prodotti tipici locali e le ricette della tradizione. Da segnalare la presenza (venerdì e sabato) degli  gli artisti di strada del “Circo Verde”, reduci dal grande successo nei giorni scorsi del “Teverina Buskers” a Celleno proporranno alle 22,30 un loro spettacolo di circo contemporaneo.
 
Ancora domenica sarà inaugurato presso l’azienda agricola multifunzionale Agriland a Viterbo, il Mercato della terra, progetto di Slow Food in cui i piccoli produttori locali presentano e vendono i frutti del loro lavoro con guida alla spesa consapevole e laboratori didattici. Info e prenotazioni: www.slowfoodvillage.it  © RIPRODUZIONE RISERVATA