CORONAVIRUS

Covid, torna l'incubo rsa: a Farnese 25 anziani positivi. Oggi i risultati dei tamponi

Martedì 20 Ottobre 2020
La rsa di Farnese

Torna l’incubo rsa nel Viterbese. Come durante i mesi del lockdown, a Farnese è stato scoperto un focolaio di Covid-19 che su 30 ospiti della casa di cura San Francesco ne ha colpiti 25. Al momento, molti sono asintomatici e qualcuno ha la febbre. Sono stati sottoposti al tampone anche le suore mercedarie che gestiscono la struttura per anziani, oltre al personale. I risultati sono attesi per oggi.

“Venerdì – racconta il sindaco Giuseppe Ciucci – la direttrice ha ritenuto opportuno sottoporre al test tutti gli ospiti come attività di screening. Insieme alla Asl, abbiamo fornito supporto per compiere quegli interventi, soprattutto logistici, che sono stati ritenuti necessari e organizzato la raccolta dei rifiuti speciali. La struttura ora non è accessibile dall’esterno ma agli operatori, come prevedono i protocolli in questi casi, è consentito il tragitto da casa al posto di lavoro per garantire la continuità assistenziale”.

Dei 114 nuovi casi registrati ieri nella Tuscia – una cifra mai nemmeno sfiorata sinora (il massimo raggiunto era stato di 74 sabato scorso) - 27 sono a Viterbo, 26 a Farnese, 8 a Civita Castellana e a Tarquinia, 6 a Castel Sant’Elia, 5 a Ischia di Castro, 4 a Capranica, 3 a Nepi, 3 a Corchiano, 3 a Bolsena, 2 a Tuscania, 2 a Valentano, 2 a Montefiascone, 2 a Marta, 2 a Orte, 1 a Fabrica di Roma, Villa San Giovanni in Tuscia, Graffignano, Acquapendente, Sutri, Vejano, Capodimonte, Arlena di Castro, Grotte di Castro, Soriano nel Cimino e Carbognano.

A Fabrica contagiata un’assessora. La circostanza ha spinto il sindaco Mario Scarnati – che pure non ha specificato il motivo all’origine del provvedimento – ad adottare un’ordinanza sui generis che obbliga tutti i pubblici impiegati a sottoporsi al test: “Visto che i tempi della Asl non sono confacenti, i dipendenti (anche quelli delle cooperative, ndr) possono recarsi in strutture a pagamento e saranno rimborsati dall’ente. Tutto questo – sottolinea - nell’interesse dei dipendenti e soprattutto della cittadinanza. Ordino che la polizia municipale controlli l’avvenuta esecuzione dell’ordinanza”. Oggi, intanto, riaprirà la scuola elementare Dante Alighieri, rimarranno però chiuse alcune classi. La scuola dell’infanzia di Faleri tornerà operativa il 24. 

Situazione delicata nei comuni intorno al lago di Bolsena dove è risultata positiva un’assistente sociale che lavora per diversi enti. A Civita Castellana  la metà dei nuovi contagiati (4) è ricoverata a Malattie infettive di Belcolle. In totale, dei 780 cittadini attualmente positivi, 43 sono in ospedale (di cui 5 in Terapia intensiva e 4 in una struttura extra Asl). Ieri, inoltre, si sono registrati due decessi: pazienti di 68 e 79 anni, residenti a Viterbo, ricoverati da giorni a Malattie infettive e il cui quadro clinico era già complesso per la compresenza di altre patologie. Il totale dei morti per coronavirus sale quindi a 33.

Ultimo aggiornamento: 16:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA