Denuncia il marito per maltrattamenti, ma poi ci ripensa e scappa con lui in Germania

Giovedì 4 Marzo 2021
Carabinieri

Denuncia il marito, ma poi ci ripensa e scappa con lui in Germania. Si è concluso con un assoluzione il procedimento per maltrattamenti in famiglia nato in pieno lockdown. 

La vittima, una donna di origine albanese, a marzo dello scorso anno si presentò dai carabinieri di Bassano Romano per sporgere denuncia contro il marito. Ma quando il fascicolo arrivò davanti al gip, che dispose l’allontanamento dell’uomo dalla casa familiare, ci ripensò e dichiarò di essere stata spinta a denunciarlo dalla madre.

La suocera non avrebbe mai visto di buon occhio il genero e approfittando della situazione e dei molti litigi si diresse in caserma con la figlia. «Io ho sentito solamente la madre - ha raccontato il carabiniere in aula - con la vittima non ho mai parlato. Però diverse volte siamo stati chiamati per intervenire nella loro casa».

La donna, che non si è mai presentata al processo per raccontare cosa successe un anno fa, sarebbe scomparsa nel nulla. Secondo l’avvocato Franco Taurchini, che difende l’imputato nel procedimento, sarebbe fuggita in Germania proprio col marito. Dal quale non si sarebbe voluta separare. 

Il collegio del Tribunale ieri ha assolto l’uomo per maltrattamenti perché il fatto non sussiste e ha fatto decadere la misura del divieto di avvicinamento.

© RIPRODUZIONE RISERVATA