CORONAVIRUS

Vaccini, prenotazioni ancora chiuse ma la Asl corre per gli over 80: centri aperti sino alle 20

Venerdì 16 Aprile 2021 di Federica Lupino
Un hub vaccinale

Ancora prenotazioni bloccate nel Viterbese. Per il secondo giorno consecutivo, le agende vaccinali restano chiuse in tutti i centri della provincia. Stando alle consegne avvenute a livello nazionale e che a cascata sono state distribuite alle Regioni, è presumibile che in breve tempo la situazione di stallo si superi grazie all’invio delle forniture alle singole Asl.

Vaccini esauriti, ora nel Viterbese è impossibile prendere nuovi appuntamenti

Questo permetterebbe di ripartire con i nuovi appuntamenti per quanti sinora non si erano prenotati. Nel Viterbese la possibilità di fermare una data per sottoporsi al vaccino in uno degli otto punti dedicati a Pfizer è interdetta ormai da dieci giorni dopo che nei quattro ospedali di Belcolle, Acquapendente, Civita Castellana e Tarquinia, nelle case della salute di Soriano nel Cimino e di Bagnoregio, al poliambulatorio di Bolsena e al presidio Sant’Anna di Ronciglione le agende si sono riempite sino al 31 maggio.

Tempo una settimana e lo stesso scenario da tutto esaurito si è registrato anche nei 3 hub Astrzeneca: il primo a cedere è stato quello della Grotticella a Viterbo, quindi la sala Mice a Civita Castellana e infine Tarquinia nella notte tra martedì e mercoledì.

Prosegue invece senza intoppi la campagna per quanti si sono già prenotati. Anzi, per accelerare i tempi dell’immunizzazione per la fascia d’età over 80, quella maggiormente colpita dagli effetti collaterali del Covid-19, la Asl ha allungato l’orario di attività nei centri vaccinali portandolo fino alle 20. I cittadini della Tuscia sinora vaccinati con almeno la prima dose sono poco più di 66.200. Di questi, 25.650 hanno tra gli 80 e gli 89 anni, mentre 5.500 sono gli over 90.

La maggioranza dei più anziani ha ricevuto almeno la prima dose, per molti manca solo la seconda per ottenere l’immunizzazione. L’accelerazione impressa per gli over80 ha fatto sì che ieri venisse toccato il record delle dosi inoculate nelle 24 ore: 1.448 in tutti gli 11 centri, compresi i medici di famiglia. Le prenotazioni, invece, in conseguenza della indisponibilità di date è ferma al palo: poco più di 200 i viterbesi che si sono aggiunti nell’ultimo giorno, scegliendo di spostarsi fuori provincia dove rimangono disponibilità (il totale dei prenotati è di 60.254).

La curva, infine, continua a scendere perché i nuovi casi sono surclassati dai guariti. Ieri 40 ulteriori positivi scoperti dalla Asl a fronte di 123 negativizzati. Spicca, come da ormai una decina di giorni, il dato di Tarquinia con più 7 contagiati per un totale di 88. Una situazione figlia di un allentamento nel rispetto delle regole da parte di alcuni nuclei familiari che si sono infettati l’un l’altro. Cinque i nuovi minori colpiti a livello provinciale. Tre i decessi: un 90enne di Civita Castellana, oltre a un 55enne e un 63enne di Vetralla.

Ultimo aggiornamento: 21:20 © RIPRODUZIONE RISERVATA