Cotral, domani possibili cancellazioni di corse. Gli autisti: "Colpa dei nuovi turni decisi dall'azienda"

Un bus cotral
di Federica Lupino
2 Minuti di Lettura

“Vorremmo avvertire gli utenti che lunedì non vedranno passare la corsa per andare al lavoro o a scuola di non prendersela con noi: siamo tutti vittime delle scelte scellerate dell’azienda”. A parlare sono un gruppo di autisti Cotral che preannunciano disagi per i pendolari nella mattinata di lunedì.

Il motivo a loro detta è conseguenza diretta della nuova turnazione introdotta in maniera unilaterale dall’azienda. Ma la vicenda parte da loro: “In base all’accordo del 14 febbraio 2017 – spiegano – il nostro contratto prevede 38 ore settimanali per ogni operatore di esercizio. Un totale che sinora era stato raggiunto anche ricorrendo ai doppi turni”. Ma questa pratica non è più ricorribile. “Alcuni colleghi – continuano – hanno intentato causa all’azienda e alla fine il giudice ha dato loro ragione, dicendo di fatto no ai doppi turni”.

Ne è nato un confronto tra Cotral e rsu, i rappresentanti sindacali dei lavoratori, per trovare una soluzione che garantisse i collegamenti ma anche il raggiungimento del monte orario, nel rispetto delle regole. “I sindacati - proseguono gli autisti – hanno presentato un progetto ma l’azienda lo ha bocciato, introducendo una nuova turnazione non condivisa”.

Le conseguenze secondo i dipendenti inizieranno a farsi sentire da domani. “Alcuni impianti la domenica non lavorano. Inoltre, tra il sabato e il lunedì a settimane alterne dobbiamo effettuare 45 ore di riposo continuativo prima di riprendere servizio. Lunedìalcuni pullman non passeranno perché le 45 ore vanno rispettate per legge e non ci sarà nessuno a guidarli. Inoltre, con i nuovi turni non riusciremo nemmeno a raggiungere le 38 ore settimanali di lavoro. Pertanto - concludono - chiediamo ai passeggeri di non accusare noi per i disservizi che subiranno".

Domenica 9 Maggio 2021, 06:10 - Ultimo aggiornamento: 20:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA