Civita Castellana, sull'impiego dei fitofarmaci e coltura del nocciolo chiesta la stretta

Sabato 17 Aprile 2021
Civita Castellana, sull'impiego dei fitofarmaci e coltura del nocciolo chiesta la stretta

Fitofarmaci ed espansione della coltura del nocciolo saranno limitati. E' la proposta che i gruppi consiliari di Pd e Rifondazione comunista stanno per presentare al sindaco Luca Giampieri. I due partiti di minoranza hanno preso come base l'ordinanza molto restrittiva firmata dal sindaco di Nepi, Franco Vita, diventata da qualche giorno operativa nonostante la resistenza di alcune associazioni degli agricoltori, oltre a quella del comune di Gallese.

«Nell'ultimo consiglio comunale tutte le forze politiche ha detto Brunelli del Pd - hanno manifestato, almeno a parole, una forte sensibilità sulla questione ambientale. Quindi vogliamo mettere sul tavolo una proposta concreta per contrastare l'espansione della monocoltura e l'abuso di fitofarmaci. Chiediamo l'apertura di un tavolo tecnico con l'aiuto del Biodistretto».

Anche Yuri Cavalieri di Rifondazione rilancia. «Ci sono aree che vanno assolutamente salvaguardate dice - e alcuni prodotti vanno vietati, mentre per altri l'utilizzo deve essere consentito con il contagocce: l'incremento di certe malattie non è casuale. Va seguito l'esempio dei comuni vicini». L'idea dei rappresentanti dell'opposizione è anche quella di proporre sanzioni per i trasgressori.

«E' chiaro che devono aumentare anche i controlli iniziando a impiegare sul territorio le guardia ambientali». Il sindaco Giampieri, a quanto sembra, condivide solo una parte del progetto. «Già c'è un regolamento comunale sul tema - ha spiegato - e molto articolato. Per il resto se ne può parlare, a partire dal problema dell'espansione delle nocciole che va monitorato».

© RIPRODUZIONE RISERVATA