Roma, ecco dove è stato ucciso l'ultras della Lazio

EMBED
Video Andrea Giannetti/Ag.Toiati

Era in attesa di qualcuno che gli aveva dato un appuntamento Fabrizio Piscitelli, noto come Diabolik, freddato ieri sera mentre si trovava su una panchina nel parco degli Acquedotti a Roma. Al momento gli inquirenti che indagano sull'omicidio non mettono da parte nessuna pista per quella che appare come un'esecuzione compiuta da un killer esperto, un «professionista». Le indagini a 360 gradi non escludono, infatti, il coinvolgimento della criminalità organizzata, sia italiana che estera. Piscitelli, come spiegano gli inquirenti, era un personaggio che aveva molti affari con vari gruppi anche in realtà straniere. Già nelle scorse ore è stato ascoltato dalla Squadra Mobile l'autista che di solito lo accompagnava a tutti gli appuntamenti, così come anche ieri sera.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Lozzi e il derby dei Casamonica, da Virginia solo una passerella

di Simone Canettieri