Roma, guida pericolosa, è record di multe: oltre tremila al giorno

EMBED
Novecentomila violazioni del codice della strada rilevate a Roma nei primi 10 mesi dell’anno. Tremila al giorno. Ma soprattutto il 30 per cento in più - tra soste vietate, assicurazioni scadute e revisioni non effettuate - rispetto a quanto registrato nello stesso periodo del 2018. Un record. Chiaramente negativo. Questo il bilancio da gennaio all’inizio di novembre dell’attività della polizia locale capitolina. E di fronte a questi numeri il Comandante Antonio Di Maggio non fa fatica ad ammettere che «se è vero che sono aumentati i controlli e la nostra presenza in città è più capillare come ci ha chiesto l’amministrazione, è ancora più vero che cresce l’inciviltà dei cittadini. Con pezzi della popolazione sempre più insensibile, egoista e violenta: per esempio nei confronti di noi vigili che facciamo soltanto il nostro lavoro». Entrando di più nel merito delle sanzioni, soltanto 133mila (il 23 per cento in più rispetto all’anno scorso) sono state comminate per divieto di fermata. L’altro grande classico delle violazioni al codice (il divieto di sosta) si ferma a quota 30mila, comunque in salita di 5mila casi. Ma il record della crescita (+43 per cento) si segna sul fronte di parcheggia la propria vettura negli spazi destinati alle fermate degli autobus.

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, mille guai e un miracolo: per Natale i turisti in aumento

di Mauro Evangelisti