Pantheon, il significato delle abbreviazioni sulla facciata

EMBED
Il Pantheon fu inaugurato nel 27 a.C. per dall'imperatore Augusto che aveva commissionato l'opera al cognato, Marco Agrippa. Il tempio originale, però, rimase distrutto in un incendio. Su iniziativa dell'Imperatore Adriano, il Pantheon fu ricostruito fra il 120 e il 124 d.C. L'iscrizione che ancora oggi leggiamo recita: "M.AGRIPPA.LFCOS.TERTIUM.FECIT". La traduzione è la seguente: "Marco Agrippa, figlio di Lucio, console per la terza volta, edificò." La scritta indica come costruttore il già citato Agrippa, cognato di Augusto e console, sebbene il Pantheon sia stato ricostruito al tempo di Adriano. Gli storici non hanno certezze sulle motivazioni legate a questa scelta. Si pensa, tuttavia, che Adriano avesse ordinato questa ricostruzione per onorare il predecessore, Augusto, e il riconoscimento dell'opera a Marco Agrippa rafforzerebbe idealmente il legame fra il nuovo edificio (opera di Adriano) e la figura importantissima di Augusto. Credits: Shutterstock / Kikapress
LEGGI ANCHE >> -- Accade solo una volta all'anno, l'effetto luminoso dentro il Pantheon che lascia a bocca aperta

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma deserta, i controlli e la storia di Marta abbandonata in strada dai vigili (come in una favola)

di Pietro Piovani