Huawei, arrestata la direttrice finanziaria in Canada

EMBED
Dalla tregua commerciale al rischio di una crisi diplomatica. Arrestata in Canada su mandato degli Stati Uniti la leader finanziaria di Huawei, Meng Wanzhou, figlia del fondatore dell’azienda. L’inchiesta riguarda una violazione dell’embargo nei confronti dell’Iran. Si riaccendono così le tensioni tra Stati Uniti e Cina, immediate le proteste del governo di Pechino che ha chiesto la liberazione della manager del colosso cinese delle telecomunicazioni denunciando una seria violazione dei diritti umani. E l’azienda dichiara: “Non siamo a conoscenza di nessun illecito commesso dalla nostra direttrice finanziaria”. Il contraccolpo si fa sentire anche sui mercati, calano le borse asiatiche. (LaPresse)


LE VOCI DEL MESSAGGERO

La realtà virtuale dei grillini e i problemi (reali) della città

di Simone Canettieri