Terremoto in Molise, paura tra i cittadini dopo la scossa

"Da una prima ricognizione, a parte qualche piccolo cornicione, non sono stati segnalati crolli. Approfondiremo eventuali criticità verificatesi". Lo ha detto il sindaco di Montecilfone Franco Pallotta, subito dopo il terremoto avvertito nella notte tra il 14 e il 15 agosto. A una prima scossa di magnitudo 4.7 è seguita una seconda di 2.3. L’epicentro è stato registrato fra Montecilfone e Palata, in provincia di Campobasso, a una profondità di 19 chilometri. Lievi danni ad alcuni cornicioni e in diverse abitazioni è mancata l’energia elettrica. Gente in strada anche a Termoli. La scossa è stata avvertita in Campania, a Napoli e in diverse zone dell’Irpinia, e anche in Abruzzo e Puglia.