Migranti: a bordo della "Alan Kurdi" le famiglie vogliono restare unite

EMBED
Le famiglie di migranti a bordo della "Alan Kurdi" la nave della ong Sea eye vogliono restare unite. Lo fanno sapere gli stessi migranti sentiti dagli uomini della Sea eye in un video diffuso sui social dalla stessa associazione. "Porterò la mia famiglia con me, starò sempre con loro", fa sapere uno dei papà. Ieri il Viminale aveva concesso la possibilità di sbarcare a due bimbi – di 11 mesi e 6 anni – con le loro madri e a una donna incinta ricevendo il rifiuto dalle famiglie. (LaPresse)

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Che cosa fa litigare i negozianti e i padroni dei cani

di Pietro Piovani