Grandi navi, la soluzione prospettata dal Comune di Venezia alla Camera

EMBED
Sul fronte delle Grandi Navi a Venezia «stiamo parlando non di un vezzo dei veneti ma di un Home Port, dove i turisti si imbarcano e sbarcano. E persa Venezia non ci sarà un'alternativa, perché si rischia che i turisti vadano in un altro porto Mediterraneo. A noi sta molto a cuore la crocieristica, un settore che coinvolge 1,8 milioni di persone, 160 milioni di fatturato e 4mila addetti». Lo ha riferito il presidente della Regione Veneto, Luca Zaia, nel corso di una audizione in Commissione Trasporti della Camera. «Le navi - ha aggiunto il governatore - hanno un percorso, possono entrare in laguna e raggiungere la Marittima, che è il nostro porto turistico, che è fuori dalla città. Noi abbiamo condiviso da subito l'idea delle navi fuori dalla Giudecca e dal bacino di San Marco»

LE VOCI DEL MESSAGGERO

​Rifiuti e bus in tilt, trauma da ritorno dalle vacanze

di Mauro Evangelisti