Roma, a Montecitorio la protesta dei rider che non vogliono il contratto

EMBED

Nel giorno in cui i sindacati annunciano la firma del contratto di categoria per i rider delle piattaforme del Food delivery, alcuni fattorini hanno manifestato davanti a Montecitorio per portare alla luce le problematiche legate agli accordi raggiunti. «Noi siamo autonomi e vogliamo rimanere autonomi, perché solo in questo modo possiamo fatturare per il lavoro che facciamo», denunciano i rider. «Bene le tutele, ma questo è solo un inizio, mentre per noi l'autonomia è una condizione irrinunciabile». Un altro manifestante spiega: «Ieri è stato sottoscritto un contratto subordinato, che ha delle paghe orarie bassissime, che prevede un'assunzione in regime subordinato di dieci ore alla settimana. Il che significa duecento euro al mese. Sicuramente uno stipendio da fame che non risolve il problema dei rider». (LaPresse)