Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Bagagli in aereo, trucchi per evitare lo smarrimento: dalla forma della valigia all'uso dei dispositivi di localizzazione

Tutti gli accorgimenti da adottare condivisi dallo staff delle compagnie aeree

Bagagli persi, come ridurre il rischio che vengano smarriti: dalla forma all'uso dei dispositivi di localizzazione
3 Minuti di Lettura
Giovedì 21 Luglio 2022, 08:39 - Ultimo aggiornamento: 13:22

Uffici Lost & Found presi d'assalto negli aeroporti. Sono più i bagagli persi, infatti, che quelli ritrovati. Domenica scorsa c'erano vere e proprie montagne di valigie in tutti gli scali europei. Anche se, negli ultimi giorni, sono stati segnalati alcuni miglioramenti. Come a Venezia, dove si registra un 2,7% di cancellazioni e tempi gestibili di consegna (25-35 minuti). Ma il ritardo può però arrivare dagli altri aeroporti: dove la scorsa settimana ci sono state 1.712 perdite. Ci sono tuttavia alcuni accorgimenti che i viaggiatori possono adottare prima di partire.

Voli a rischio cancellazione, come scegliere per evitare di non partire: dall'orario al giorno. Ecco tutti i consigli

Bagagli persi, peggiorano le statistiche

La gestione dei bagagli è peggiorata quest'anno negli aeroporti. Secondo il più recente rapporto sui consumatori di viaggi aerei del Dipartimento dei trasporti, le compagnie aeree statunitensi hanno gestito male lo 0,55% dei bagagli registrati ad aprile, rispetto allo 0,33% nello stesso periodo dell'anno scorso. Anche se potrebbe sembrare un piccolo numero, ciò si traduce in oltre 200.000 valigie che non sono arrivate alla destinazione finale in tempo. Un passeggero può quindi aspettare settimane prima di avere indietro quanto gli spetta.

 

Perché aumentano i bagagli smarriti

Prima di ogni volo, le valigie che si imbarcano sull'aereo vengono scansionate. Quindi si conosce la posizione di ognuna. Ma il problema è che le compagnie aeree sono a corto di personale. E ciò vuol dire che un dipendente deve gestire centinaia di casi. Così il ritardo nella consegna si accumula. Arriva così il classico effetto domino.

Caos voli, aumento prezzi e cancellazioni «saranno presto la normalità»: ecco il futuro del trasporto aereo

I consigli per non perdere la propria valigia

Ci sono alcuni accorgimenti, condivisi dallo staff delle compagnie aeree, per ridurre la possibilità che il proprio bagaglio venga perso. Prima di tutto è bene rimuovere tutte le vecchie etichette, perché può confondere gli scanner che cercano di indirizzare il tuo bagaglio allo scalo corretto. Non sovraccaricare la valigia: un bagaglio pesante può rimanere bloccato più facilmente. Non imbarcare borse con forme strane (ad esempio rotonde o con cinghie larghe). Scrivere sempre il nome e numero di telefono sulle etichette, così da facilitare l'identificazione. Se hai un bagaglio a mano, cerca di entrare per primo sull'aereo. Questo perché non tutti entreranno a bordo e gli altri saranno posizionati nella stiva. Non mettere oggetti di valore nel bagaglio registrato e portare sempre un set di vestiti extra in quello a mano. Se possibile, usare un dispositivo di localizzazione (come un AirTag) per il bagaglio, in modo da non dover aspettare che un agente ti dica dove si trova. Seguendo questi pochi consigli si potrà viaggiare con meno ansie e in modo più sereno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA