MATTEO SALVINI

Regionali, anche Giorgetti da Ruini per un colloquio riservato dopo l'incontro con Salvini

Venerdì 22 Novembre 2019 di Franca Giansoldati

Città del Vaticano - La Lega torna a bussare alla porta del cardinale Ruini. Stavolta è Giancarlo Giorgetti ad aver suonato il campanello  dell'appartamento in cui vive il cardinale emiliano per un'altra visita super riservata. La Pierina, la signora che accudisce da quarant'anni l'ex presidente della Cei, lo ha fatto accomodare in un salottino dove è avvenuto un colloquio che Giorgetti stesso aveva pianificato con Salvini in vista delle elezioni di gennaio.

Il Papa spinge per il dialogo (anche in politica), i cristiani devono «sempre tendere la mano»

Per la Lega si è trattato di raccogliere ulteriori valutazioni da parte del cardinale dopo il recente incontro con Salvini. La scorsa settimana Ruini, rompendo il suo tradizionale riserbo con una intervista al Corriere della Sera, si è fatto interprete di una parte della Chiesa che incoraggia spiragli di dialogo con la Lega, tenendo conto del peso che riveste il Carroccio.

La guerra a bassa intensità dei gesuiti contro Salvini (e la Lega) nasce nel 1992

L'intervento di Ruini è stato interpretato come una sorta di benedizione nel tentativo di fluidificare il clima e, indirettamente, la corsa elettorale della candidata leghista in Emilia Romagna. La lunga conversazione con Giorgetti sembra sia servita proprio a raccogliere ulteriori punti di convergenza su valori comuni per cercare di sciogliere il ghiaccio. 

Padre Spadaro mostra le foto degli incontri tra i Papi e i «dittatori seri». Polemica social su Salvini

Tenendo conto che una buona fetta del clero emiliano è ancora di vecchio stampo, ogni parola spesa da Ruini - cardinale emiliano doc ancora molto radicato nella sua terra - sicuramente può risultare utile alla Lega. Che l'Emilia Romagna ormai sia un banco di prova a livello nazionale è ormai piuttosto chiaro anche alla Chiesa.

L'Avvenire contro il sistema Bibbiano, bisogna fare luce (ma stigmatizza Salvini)

Le parole spese da Ruini a favore di Salvini hanno sollevato molte reazioni negative all'interno della Chiesa. La più ostile è forse quella dell'ex segretario della Cei, Nunzio Galantino. Un po' meno critica, invece, la posizione di Famiglia Cristiana che in un editoriale ha riconosciuto che Ruini ha sottolineato anche cose «interessanti». Tuttavia non ha fatto mancare le perplessità. Per esempio  «l’ uso del rosario da parte di Salvini»

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Sui bus e la metro di Roma le voci parlano strano: fermate “Gnogno” e “Megabyte 1”

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma