Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Siccità, in Umbria allarme per il Trasimeno ma nessuna carenza idrica

Il Lago Trasimeno
1 Minuto di Lettura
Lunedì 27 Giugno 2022, 19:17

PERUGIA - «Al momento, nonostante il grande caldo, in Umbria non abbiamo una carenza idro-potabile e questo
grazie al fatto che l'approvvigionamento delle acque che arrivano nelle nostre case avviene tramite sorgenti e pozzi che non stanno riscontrando particolari problemi», a spiegarlo all'Ansa è Stefano Nodessi Proietti, responsabile della Protezione civile umbra.
«Se al momento dai gestori idrici non vengono segnalate criticità - sottolinea comunque Nodessi Proietti -, non vuol
dire che non dobbiamo porre attenzione all'uso dell'acqua e bene fanno quei sindaci che applicano divieti per usi impropri come ad esempio lavare l'auto». Il responsabile della Protezione civile sottolinea che «se le
temperature dovessero mantenersi su questi livelli senza precipitazioni significative, non è escluso che a settembre ci
potremmo ritrovare con qualche problema idrico. In tal senso stiamo predisponendo un piano che metteremmo in azione qualora la situazione dovesse precipitare». Se ad oggi l'acqua potabile nelle case degli umbri è assicurata, Nodessi spiega tuttavia che «per i corsi d'acqua di superficie siamo in piena emergenza». «Il lago Trasimeno,
continuando così, potrebbe davvero scendere di livello come mai accaduto prima» conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA