«Se sei disoccupato e vedi il tuo frigorifero vuoto, non vergognarti»

«Se sei disoccupato e vedi il tuo frigorifero vuoto, non vergognarti»
di Cristiana Mapelli
2 Minuti di Lettura

«Se sei disoccupato e vedi il tuo frigorifero vuoto, non vergognarti di chiamare. Conta su di noi». 
L'appello è quello lanciato dalle associazioni Borgo Bello e la Banca del Tempo, che radunano residenti e commercianti e che, ancora una volta, in un momento di grande difficoltà non si tirano indietro e mette nuovamente in campo iniziative di solidarietà. Torna la spesa sospesa per aiutare chi non riesce a fare la spesa o ad acquistare medicinali. Un meccanismo facile, quello adottato dall'associazione di quartiere, già rodato: per aiutare chi ne ha bisogno basterà recarsi in uno dei supermercati del quartiere (Umbrò in via Sant'Ercolano 4, Pam local in via Marconi 16, la Bottega dei sapori e valori in corso Cavour 138) o la parafarmacia di via Marconi e scegliere di lasciare il proprio contributo in denaro che diventerà un buono acquisto. L'associazione del Borgo Bello, poi, si farà carico di distribuirli a chi ne ha bisogno. Per chiedere aiuto, si può contattare dal lunedì al giovedì dalle 15 alle 18.30 al numero 351 8104575. Il Borgo bello non è nuovo a queste iniziative di solidarietà. Oltre alla spesa sospesa, attivata dal marzo scorso con l'arrivo della pandemia, anche la raccolta di giocattoli che poi sono stati donati a Natale alla Caritas cittadina, ma anche ad altre associazioni che aiutano le famiglie in difficoltà. Piccoli gesti che possono fare la differenza. 

Sabato 20 Marzo 2021, 16:36
© RIPRODUZIONE RISERVATA