Accordo tra Felcos e UslUmbria2 per la cooperazione allo sviluppo: si parte dalla Siria, per migliorare la vita dei disabili

Accordo tra Felcos e UslUmbria2 per la cooperazione allo sviluppo: si parte dalla Siria, per migliorare la vita dei disabili
di Beatrice Martelli
1 Minuto di Lettura
Martedì 17 Dicembre 2019, 00:55

TERNI   Tra Felcos Umbria, un’associazione di comuni umbri che promuove lo sviluppo sostenibile dei territori, e l’Azienda Usl Umbria 2 è stato stipulato un accordo che riguarda la cooperazione allo sviluppo in ambito sanitario, «per garantire la continuità degli interventi in un quadro di riferimento costante e istituzionalizzato». Come? «Sviluppando partnership strategiche per l’identificazione, la pianificazione e la realizzazione congiunta di iniziative» spiega il manager di Usl Umbria 2. Il punto di partenza sarà l’accordo di collaborazione per il progetto sul tema della disabilità in Siria, in collaborazione con il Programma delle Nazioni Unite per lo Sviluppo; lo scopo è fornire servizi a ben 2,9 milioni di persone disabili su 18 milioni di persone residenti. Lo scopo è migliorare salute e qualità di vita delle persone con disabilità, nonché l’autonomia: questo avverrà attraverso attività formative su tanti temi per il personale sanitario, sociale e di altre organizzazioni internazionali e della società civile. Il ruolo di Usl Umbria 2 sarà quello di garantire il supporto tecnico-scientifico per le aree assegnate e di rendere disponibili le competenze del Dipartimento di Riabilitazione, di Audioloogia, Foniatria e Otorinolaringoiatria;  i corsi di formazione attivati son quello avanzato sugli ausili per mobilità e postura e quello sulla clinica e valutazione della disfagia. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA