Hai scelto di rifiutare i cookie

La pubblicità personalizzata è un modo per supportare il lavoro della nostra redazione, che si impegna a fornirti ogni giorno informazioni di qualità. Accettando i cookie, ci aiuterai a fornire una informazione aggiornata ed autorevole.

In ogni momento puoi modificare le tue scelte tramite il link "preferenze cookie" in fondo alla pagina.
ACCETTA COOKIE oppure ABBONATI a partire da 1€

Narni, incendio a La Quercia. Individuate le cause: un guasto alla mietitrebbia.

Narni, incendio a La Quercia. Individuate le cause: un guasto alla mietitrebbia.
di Francesca Tomassini
2 Minuti di Lettura
Martedì 28 Giugno 2022, 12:43

NARNI Incendio causato dalla mietitrebbia. La voce che andava circolando già qualche ora dopo lo scoppio del rogo, ha trovato conferma. Il rogo che domenica si è divorato circa venti ettari fra bosco e seminativi in località La Quercia, frazione del Comune di Narni, sarebbe stato innescato da un guasto del macchinario che intorno all'ora di pranzo era in funzione su uno dei campi coltivati a grano.

Nello specifico, secondo gli accertamenti condotti finora dai Carabinieri Forestali, un malfunzionamento all'impianto frenante. Qualche scintilla che, complice l'estrema siccità che da mesi si è abbattuta sul territorio, in pochi attimi ha innescato un incendio esteso e pericoloso.

Per domarlo, è stato necessario l'ìintervento di sette squadre dei vigili del fuoco -provenienti da Amelia, Terni, Orvieto, Spoleto- per un totale di venti uomini, dieci mezzi, due canadair e un elicottero Drago che dalla tarda mattinata di domenica hanno lavorato senza sosta per ore e ore.

Soltanto intorno alle 21 della domenica la situazione a iniziato a tornare sotto controllo. Ciononostante, il lavoro deiu vigili è andato avanti per tutta la notte e il giorno seguente.

Soltanto ieri sera, lunedì, il sindaco di Narni Lorenzo Lucarelli ha potuto diramare una nota in cui ha dichiarato che tutti i focolai erano spenti. 

Un bilancio tragico quello dei roghi in questo inizio d'estate per la Provincia di Terni. 

Oltre 200 gli ettari di terreno andati in fumo da inizio anno. Soltanto nel mese di marzo sono stati 80.

Maglia nera per numero di incendio nel ternano spetta al mese di giugno. Dei 22 incendi registrati, 15 riguardano lil ternano.

© RIPRODUZIONE RISERVATA