“Sembro Matto” in versione remix: Max Pezzali a Spoleto con Tormento

Immagini tratte dal video del brano. Nel riquadro: il rapper Tormento, novità della versione remix
di Ilaria Bosi
2 Minuti di Lettura
Sabato 18 Aprile 2020, 14:54

SPOLETO - È disponibile da venerdì la nuova versione dell’ultimo singolo di Max Pezzali, intitolato “Sembro Matto”. Una canzone particolarmente legata all’Umbria perché il video è stato interamente girato a Spoleto, sul set della fiction Don Matteo, dove la scorsa estate è arrivato anche Pezzali. E insieme alle immagini suggestive della città (girate perlopiù in Piazza Duomo, Chiesa di San Pietro, Rocca, via del Comune, via Saffi, via Giro del Ponte e tunnel della mobilità alternativa) del video sono protagonisti proprio alcuni degli attori della popolare fiction di Rai 1, diretti anche in questo caso dal regista Cosimo Alemà. La novità del video remix è la presenza, in Piazza Duomo, del rapper Tormento, che ha collaborato con Pezzali in questa versione musicale del brano. Gli altri protagonisti del video made in Spoleto sono gli attori Maria Chiara Giannetta (il capitano Anna Olivieri nella fiction), Maurizio Lastrico (pm Marco Nardi), Simona Di Bella (Assuntina), Domenico Pinelli (appuntato Romeo Zappavigna), Lino Di Nuzzo (Jordi) e Maria Sole Pollio (Sofia). Nel video appaiono anche molte comparse spoletine, soprattutto nella scena in cui il pm Nardi "improvvisa" in Piazza Duomo una serenata alla capitana Olivieri. Tra i figuranti anche lo spoletino Luigi Fortunati, che alla guida di un Ape accompagna Zappavigna alla Rocca. In coda al video vengono ribaditi i ringraziamenti alla città di Spoleto, alla Lux Vide e ad Anna Cedroni (Ufficio Cultura del Comune), il cui nome compare anche nei titoli di coda, insieme a quello di Spartaco del Tric Trac (il ristoratore spoletino che nella fiction interpreta se stesso) ed altri, tra cui l’avvocato Massimo Marcucci, che ha messo a disposizione il Palazzo che in Don Matteo ospita la locale caserma dei carabinieri.
Il nuovo video https://youtu.be/jcvI4SCpc2E

© RIPRODUZIONE RISERVATA