Gualdo Tadino, imprenditore muore schiacciato da un muletto

Gualdo Tadino, imprenditore muore schiacciato da un muletto
1 Minuto di Lettura
Domenica 7 Novembre 2021, 08:17 - Ultimo aggiornamento: 08:36

GUALDO TADINO Morire sul lavoro, schiacciato da un muletto. Una fine tragica, l’ennesima di una catena che sembra non riuscire ad arrestarsi. Una strage senza fine che ieri ha visto vittima un uomo di 55 anni, deceduto mentre stava svolgendo le proprie mansioni lavorative all’interno di un’azienda nella zona di Gaifana. Immediati sono scattati i soccorsi: sul posto l’intervento congiunto di vigili del fuoco, personale medico sanitario del 118 e carabinieri è stato tempestivo ma purtroppo per l’operaio non c’è stato nulla da fare. Ogni tentativo di rianimarlo si è rivelato purtroppo inutile, dal momento che le ferite e i traumi riportati dall’uomo dopo essere finito sotto il muletto si sono rivelate troppo gravi per potergli dare qualche chance di sopravvivenza. Contestualmente ai soccorsi, sono iniziati anche gli accertamenti da parte dei carabinieri per ricostruire quanto accaduto ed eventualmente stabilire qualche responsabilità per il decesso di una persona che stava soltanto svolgendo il proprio lavoro. La vittima è Renzo Gatti, 55 anni, imprenditore coinvolto nell'inchiesta di Direzione investigativa antimafia e Noe denominata “ Black sun”, che ha indagato su un traffico di rifiuti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA