Foligno, tutti pazzi per la Ciclostorica La Francescana. Al via ci saranno gli eredi di Bartali, Gimondi e Girardengo

Giovedì 26 Luglio 2018 di Giovanni Camirri
FOLIGNO  - Gioia Bartali (nipote del grande Gino), Norma Gimondi (figlia del grande Felice), Costanza e Michela Moretti Girardengo ( nipote e pronipote del grande Costante). Bastano questi tre nomi per spiegare la portata dell'evento, in programma a settembre, ma da poche ore ufficializzato, e cioè la IV edizione della ciclostorica “La Francescana” (guidata dal presidente Luca Radi), XIII tappa del Giro d'Italia d'Epoca. Nomi di grandissimo rilievo, tra nipoti e pronipoti di campionissimi della due ruote che saranno al nastro di partenza della manifestazione. L'appuntamento è per il 21, 22 e 23 settembre con La Francescana, la ciclostorica dell'Umbria. L’importante manifestazione cicloturistica, ha come intento la valorizzazione della Valle Umbra (cioè del territorio ricompreso tra Assisi e Spoleto), delle sue strade bianche e di campagna, delle ciclovie, degli antichi borghi, dei prodotti tipici ed artistici del nostro territorio e soprattutto di una mobilità sostenibile rispettosa dell’ambiente. La partenza della Ciclostorica è fissata per le 8.30 del 23 settembre in piazza della Repubblica a Foligno, luogo dove San Francesco fece il primo atto di povertà vendendo le stoffe ed il cavallo per avere i denari utili al restauro della chiesa di San Damiano in Assisi, e coinvolgerà alcuni Comuni dello splendido territorio della Valle Umbra. La manifestazione è aperta a chiunque voglia partecipare con bici d’epoca (dalle origini fino al 1987) e con abbigliamento vintage consono alla bicicletta con cui si è deciso di pedalare. Sono previsti due percorsi: il primo da 35 chilometri adatto a tutti e ad ogni tipo di bicicletta vintage, anche alle classiche da passeggio con freni a bacchetta o a quelle da panettiere o alle più recenti “Graziella” ed altre; il secondo da 75 chilometri circa, sempre per bici d’epoca ma più specificatamente per modelli da corsa. All’interno de La Francescana e a cura del Registro Storico Cicli, ci sarà la II edizione del Bianchi Day, raduno nazionale per collezionisti e possessori di bici Bianchi da corsa, da passeggio ed anche militari. I Dal 21 settembre sarà aperta la mostra della produzione Campagnolo, dalle origini fino agli anni ’80 nelle sale dell’ex Teatro Piermarini in Corso Cavour a Foligno e che resterà aperta fino al pomeriggio di domenica 23. Dalla mattina del 22 settembre ci sarà l’apertura del tanto atteso mercatino vintage e nella stessa giornata sono previste 2 presentazioni di libri: il primo di Guido P. Rubino “Campagnolo. La storia che ha cambiato la bicicletta”riguarderà la storia dell’azienda Campagnolo, mentre il secondo è di Marco Pastonesi“la leggenda delle strade bianche” di Ediciclo editore. Nel pomeriggio altri tre appuntamenti: alle 17, Gioia Bartali, nipote del grande Campione racconterà la bellissima storia umana del nonno Gino ripercorrendo e presenterà anche il libro “Gino Bartali, mio papà” scritto da suo padre Andrea Bartali, venuto a mancare lo scorso anno. Alle 18,30 passeggiata in bici in città, aperta a tutti a cura di Fiab Foligno. Alle ore 20 cena vintage aperta a chiunque voglia partecipare.
  © RIPRODUZIONE RISERVATA

LE VOCI DEL MESSAGGERO

Roma, sul tram 8 l'incontro con l'assassino

di Pietro Piovani

Visita i Musei Vaticani, la Cappella Sistina e San Pietro senza stress. Salta la fila e risparmia

Prenota adesso la tua visita a Roma